24 Ore Le Mans 2017, record e curiosità: tutto quello che c’è da sapere sulla gara francese

Una guida per seguire la corsa francese. I consigli e le curiosità per seguire la 24 ore di Le Mans 2017. La gara di durata più seguita dai fans di tutto il mondo.

da , il

    24 Ore Le Mans 2017, record e curiosità: tutto quello che c’è da sapere sulla gara francese

    Nel fine settimana si accenderanno i motori sulla 24 ore di Le Mans 2017. La corsa francese, valevole come terzo round del campionato WEC 2017, è tra le più famose gare di durata dell’ automobilismo mondiale.

    Al Circuit de la Sarthe si corre ormai da oltre ottanta anni, con appassionati provenienti da tutto il mondo a gremire le tribune e la piccola cittadine francese. Quest’anno, senza la concomitanza della Formula 1, tutti i fan del mondo dei motori e delle gare a quattro ruote potranno gustarsi l’evento e tifare per i propri beniamini.

    Di seguito troverete le curiosità, record e tutto quello che c’è da sapere sulla 24 Ore Le Mans 2017. Dalle qualifiche anticipate fino a come seguire la gara.

    Qualifiche dal Mercoledi sera

    Le qualifiche della 24 ore di Le Mans saranno suddivise in tre parti. La prima qualifica è stata svolta Mercoledi alle ore 22. Il secondo e terzo turno si svolgeranno Giovedi. La qualifica due partirà alle ore 19, mentre la qualifica tre partirà alle ore 22. Ogni sessione durerà due ore, per un totale di sei ore complessive.

    Ogni pilota dovrà completare un minimo di cinque giri. Non ci saranno particolari restrizioni, nè ci saranno tempi intermedi. Semplicemente il giro più veloce conquisterà la pole position.

    Previsti tempi record alla 24 ore di Le Mans 2017

    Sono previsti tempi e giri molto veloci per la versione 2017 della 24 ore di Le Mans. Con molta probabilità verranno siglati nuovi record e dunque potranno essere scritte nuove pagine nella storia della manifestazione. A rischio sono il giro veloce di 3:16.887, fatto registrare da Neel Jani con la Porsche 919 nel 2015 e il record di distanza complessiva di 397 giri del 2010.

    Griglia di partenza extra large

    Anche nell’edizione del 2017, come in quella precedente, la griglia di partenza vedrà ben 60 vetture allo start. Un numero veramente impressionante con vetture che arriveranno dalla Le Mans Series europea, Asian Le Mans Series, WeatherTech Sports Car Championship (serie americana) oltre ai partecipanti abituali del mondiale WEC.

    Toyota vuole battere la maledizione

    La Toyota, dopo le due vittorie nella 6 Ore di Silverstone e nella 6 Ore di Spa-Francorchamps, arriva alla 24 ore di Le Mans 2017 con grande entusiasmo e con tanta voglia di dimenticarsi il passo falso dello scorso anno.

    Nel 2016 la vettura nipponica si fermò proprio all’ultimo giro. In ben cinque occasioni, dal 1992 ad oggi, la Toyota è tornata a casa con il secondo posto. In tre occasioni ha iniziato l’ultima ora in testa, senza poi riuscire a vincere. Sarà la volta buona nell’edizione odierna? Quest’anno la Toyota sarà in pista con tre equipaggi.

    Come seguire la gara

    Il problema principale della 24 ore di Le Mans è ovviamente la durata. La gara inizierà alle ore 15 di Sabato e terminerà alla stessa ora di Domenica. Seguirla interamente è impresa per pochi. Sicuramente ci sono momenti clou che meritano di essere visti come la partenza e i primi pit-stop. Spettacolari le riprese al tramonto, tra le 21 e le 22 di Sabato, oltre a vedere i bolidi sfrecciare in alcune ore della notte con i fari accesi. L’alba di Domenica e le ultime ore sono i momenti assolutamente da non perdere per scoprire il vincitore dell’edizione 2017 della 24 ore di Le Mans.

    Un altro problema è come capire la gara con 60 vetture in pista. Se non siete esperti e troppo appassionati, roba da stare con taccuino e penna a segnarvi i pit-stop e i giri veloci, vi consigliamo di seguire una-due vetture al massimo. Un pilota preferito o una macchina in particolare e seguirli per tutta la gara. Questo ovviamente servirà anche per capire le strategie di tanti altri piloti che stanno intorno ai piloti selezionati. Il consiglio è quello di “puntare” sui drivers più forti.

    A Le Mans il rischio pioggia è sempre in agguato

    Le previsioni meteo sono buone in vista della 24 ore di Le Mans 2017. Questo sicuramente aiuterà i piloti in vista della faticosa corsa. Bisogna però ricordarsi del detto: “Piove sempre a Le Mans“. Magari vedremo una gara totalmente asciutta, forse no. Sicuramente le entrate delle Safety Car, in un gran Premio cosi complesso e impegnativo, sono spesso decisive per le strategie dei team.

    Tanti ex F1 in pista

    L’edizione odierne della 24h di Le Mans vedrà ai nastri di partenza tanti ex piloti della Formula 1. Questo sicuramente renderà la gara ancora più elettrizzante ed emozionante. In pista ci saranno Nelson Piquet Jr e Jean-Eric Vergne (impegnati quest’anno nella Formula E), Bruno Senna, Vitaly Petrov, Sergei Sirotkin, Karun Chandhok. Alla 24 ore di Le Mans gareggerà inoltre anche il “rookie” Rubens Barrichello. Il 45enne brasiliano sarà un debuttante di lusso nella classica francese.