A-Style e Dorna ancora insieme

A-Style, il noto brand di moda che in poco tempo e' diventato famoso in tutto il mondo, e Dorna, l'organizzatrice del motomondiale, collaborano ancora insieme sul circuito di Motegi e su quello di Assen

da , il

    a-style motogp

    La strabiliante idea di Marco Bruns, ormai idolo dei giovanissimi e degli studenti di marketing, continua a mietere vittime illustri.

    A-style, divertente e dissacrante marchio italiano che ha ormai invaso il globo intero, passando anche per il MotoMondiale, ha ufficializzato un nuovo accordo con la Dorna, l’attuale organizzazione che detiene i diritti commerciali della MotoGP.

    La scalata di Bruns, infatti, non sembra conoscere limiti.

    Lanciato come marchio di abbigliamento nel 1999, l’ambiguo logo è stato concepito ben prima della sua nascita commerciale.

    Ben 10 anni prima della prima maglietta A-style, infatti, nel lontano 1989, il suo ideatore iniziò una vincente mossa di guerriglia marketing che ebbe ripercussioni notevoli in gran parte del pianta.

    Selezionate le città più cool e con più alta percentuale di transito di persone, Marco Bruns espugnò prima Milano e Roma e poi Londra, Mosca, San Francisco, Miami e Tokio attaccando ovunque adesivi stampati in quantità industriale e raffiguranti il logo giallo e nero.

    Partito in sordina, ben presto creò curiosità nei media, che cominciarono ad interessarsi al dilagante fenomeno dell’adesivo giallo il cui significato inizialmente era noto solo ai più maliziosi.

    Da lì ai 20.000 milioni di fatturato degli ultimi anni il passo fu breve.

    E così i giapponesi e gli olandesi quest’anno, rispettivamente sul circuito di Motegi e su quello di Assen, vedranno il noto brand italiano tappezzare ogni angolo utile del tracciato fino al 2009!

    L’idillio con le competizioni a due ruote, in verità, era iniziato già nella scorsa stagione quando A-style era diventato partner dei due circuiti.