I team si mettono d’accordo sui test

da , il

    Paddock durante i test

    Uno dei tanti problemi legati al mondo della F1 potrebbe trovare una soluzione in tempi brevi. L’argomento in questione è l’accordo sul numero di giorni disponibili per per effettuare i test privati durante la stagione. Secondo “Auto Motor und Sport” Renault, Ferrari, Williams, McLaren e Honda avrebbero già messo le loro firme sul documento che regolerebbe la vicenda.

    Soprattutto nel 2005 questo tema aveva fatto scoppiare numerose polemiche. Per quest’anno, invece, dato che già i cinque principali team hanno trovato un accordo, è molto probabile che la proposta verrà accolta unanimemente entro poco tempo.

    La base del documento prevede 36 giorni di test e la solita pausa nel mese di agosto. Rispetto al 2005 vi è stata un’aggiunta di sei giorni.

    Non è un caso che siano stati i team con maggiori budget i primi ad accettare l’incremento dei giorni di test. E non è un caso che, eccezion fatta per la Toyota, manchino all’appello solo le squadre con minori possibilità economiche. I test sono una spesa notevole per i team e, certe volte, quelli piccoli ne farebbero volentieri a meno.

    Inoltre, riducendo il numero di test, si ridurrebbe anche il divario tra squadre che possono investire costantemente nello sviluppo durante la stagione e squadre che, avendo meno risorse, si devono limitare solo ad introdurre piccole novità di tanto in tanto.