Addio Craig Jones, centauro Supersport volato in cielo

E' morto Craig Jones, il giovanissimo pilota SuperSport infortunatosi durante la gara di Brands Hatch e morto poche ore dopo a causa di una bruttissima lesione alla testa

da , il

    Sono di quelle notizie agghiaccianti che la mente rifiuta di concepire, di capire, di giustificare.

    Sono quelle notizie che non si vorrebbe mai ascoltare, ma che scaraventano la raltà davanti agli occhi di tutti noi in maniera cruenta e crudele.

    Craig Jones è morto.

    Craig Jones.

    23 anni.

    Motociclista SuperSport.

    Questo è quel poco che resta di una vita giovanissima strappata via, lacerata da uno sport che sa essere tanto appassionante quanto estremamente crudele.

    Craig Jones aveva 23 anni quando, ieri mattina, ha chiuso i suoi occhi per sempre.

    Una gara mozzafiato quella dello scorso week-end, disputata sul circuito di Brands Hatch, in cui il giovanissimo pilota, impegnato in sella alla sua Parkalgar Honda nella battaglia con Andrew Pitt .

    Il pilota Honda è stato disarcionato dalla sua due-ruote e scaraventato in aria. Ricoverato subito al centro medico del circuito per essere poi trasferito d’ urgenza al Royal London Hospital.

    Craig non ce l’ha fatta.

    Craig ha perso la sua battaglia con la vita e con la morte.

    Il suo diario è quello che resta.

    Commuoversi, ora, non serve.

    Ci si interroga su cosa fare in questi casi, con chi prendersela, a chi urlare il proprio dolore.

    A nessuno, è la risposta.

    Lamps, Craig.