Alex de Angelis: futuro in Superbike?

Per Alex De Angelis potrebbero aprirsi le porte della Superbike

da , il

    La stagione 2010 e’ praticamente gia’ pronta, con i team principali che hanno gia’ i contratti in tasca per i pilotiper il prossimo campionato. Mancano solo pochi tasselli, tra i quali c’e’ il futuro del sanmarinese Alex de Angelis che non riesce a trovare una Motogp per il 2010.

    Il team Gresini, squadra con cui ha gareggiato De Angelis in questa stagione, il prossimo anno si affidera’ all’accoppiata Marco MelandriMarco Simoncelli, lasciando appiedati sia il sanmarinese che lo spagnolo Toni Elias. A questo punto il futuro di De Angelis nella massima categoria sembra essere sempre piu’ difficile, anche perche’ l’unico posto libero potrebbe essere quello nel team Scott di Cirano Mularoni. Ma anche all’interno di questa squadra tira brutta aria: mamma Honda non e’ per niente soddisfatta delle prestazioni di Gabor Talmacsi e dopo aver annunciato una moto nuova di zecca per il neonato team CaffeLatte guidata da Aoyama, potrebbe togliere la RC212V al team italiano, con buona pace della Dorna che aveva gia’ fatto la bocca buona ad una moto in piu’ in una griglia sempre piu’ misera.

    In questo panorama piuttosto fosco, ecco che potrebbero aprirsi le porte delle derivate di serie per Alex de Angelis: sembrerebbe che durante il GP di Imola della Superbike ci sia stato un contatto tra il pilota sanmarinese e il team manager Aprilia, Giampiero Sacchi, per parlare di farlo salire in sella alla RSV4, come compagno di quadra di un sempre piu’ veloce Max Biaggi.

    Potrebbe essere la scelta giusta per De Angelis, che si ritroverebbe da gregario anonimo in Motogp a protagonista in SBK, in sella ad una moto che sta dimostrando di essere velocissima e che nel prossimo campionato sara’ una delle piu’ forti pretendenti al mondiale.

    Magari tra qualche anno, dopo aver fatto bene in Superbike, potrebbero riaprirsi le porte della Motogp, magari con una moto e un team migliore di quellii che oggi potrebbero scegliere De Angelis come pilota, per dimostrare di far parte del ristretto gruppo dei top riders.

    Foto da moto.gpupdate.net.