Almondo e Domenicali in anteprima: la Ferrari 2007 sarà totalmente innovativa!

A Madonna di Campigliosi sono presentati il nuovo direttore tecnico Mario Almondo e il nuovo direttore sportivo Stefano Domenicali che hanno svelato in anteprima alcune caratteristiche della Ferrari 2007

da , il

    Mario Almondo Stefano Domenicali Direttore TEcnico e Direttore Sportivo GES FERRARI biografia e ruoli

    A Madonna di Campiglio, dopo la presentazione di Kimi Raikkonen, è toccato anche ad altri due personaggi chiave della Ferrari presentarsi nei loro nuovi ruoli: Stefano Domenicali e Mario Almondo. In sostanza saranno loro, con l’aiuto di Luca Baldisseri, a sostituire Ross Brawn ed in parte Jean Todt promosso ad Amministratore Delegato.

    Mario Almondo è il nuovo Direttore Tecnico. Classe 1964, sposato con due figli, fu prelevato dalla Ferrari appena uscito dal Politecnico di Milano con una laurea in ingegneria gestionale. E’ in azienda dal 1991 e fino al 2005 si è occupato di Qualità per poi diventare capo del personale e dell’organizzazione fino alla qualifica di Direttore Tecnico della Scuderia Ferrari di F1.

    Stefano Domenicali ha avuto una carriera simile. Nato nel 1965 ad Imola, sposato con due figli, è stato assunto dopo la laurea in Economia sempre nel 1991. E’ stato Team manager prima e Direttore Sportivo della squadra. Adesso è il DS dell’intera Gestione sportiva.

    Tra i tanti temi affrontati nella conferenza stampa i più interessanti sono stati:

    - Il ruolo di Michael Schumacher: sarà a tutti gli effetti un consigliere che verrà ascoltato periodicamente in modo che la sua esperienza possa portare benefici alla squadra.

    - I rapporti tra i due piloti: ribadito ancora il concetto di massima libertà tra Massa e Raikkonen. Almeno fino a quando la pista non avrà stabilito delle gerarchie o ci sarà da fare delle scelte per il bene della squadra.

    - La nuova Ferrari 2007: Almondo non si è voluto sbilanciare molto ma ha fatto intendere che dietro alla F1-07 c’è una nuova filosofia:“I nostri avversari sono forti, quindi abbiamo dovuto lavorare su aerodinamica, sospensioni, materiali e penso che siamo giunti a un buon punto di partenza. Abbiamo cercato di interpretare al meglio i regolamenti e abbiamo analizzato con Shell possibili sviluppi. Lo stesso dicasi per il nuovo cambio”.

    La nuova filosofia, inoltre, secondo le parole di Domenicali sarà visibile anche dal punto di vista estetico. Questo sta a significare che dovremmo aspettarci forme innovative ed anche una nuova livrea. A tal proposito, ad esempio, pare che ci sarà qualcosa di tricolore per volontà dello stesso presidente Montezemolo. Non a caso qualcosa del genere è già comparso sulle divise ufficiali indossate dai ferraristi in questi giorni.

    Tra due giorni – il 14 gennaio – avremo, comunque, le idee molto più chiare con la presentazione ufficiale.