Alonso:”Bahrain ultima sofferenza”, Domenicali:”limitiamo i danni” [VIDEO]

Alonso:”Bahrain ultima sofferenza”, Domenicali:”limitiamo i danni” [VIDEO]

Formula 1: la Ferrari crede nelle sue possibilità di rimonta

da in Circuito Sakhir F1, Fernando Alonso, Ferrari F1, Formula 1 2017, GP Bahrein F1, Stefano Domenicali
Ultimo aggiornamento:

    alonso, ferrar, bahrain


    Quello di Fernando Alonso è un auspicio? Una speranza? Una preghiera? Fate voi. Il pilota della Ferrari si avvicina al Gran Premio del Bahrain con la voglia di credere che sarà l’ultima gara della stagione 2012 di Formula 1 nella quale si presenterà ai nastri di partenza con il solo obiettivo di limitare i danni. Lo spagnolo sa che in una stagione così equilibrata le sue doti di testa, di esperienza e di piede possono fare la differenza. A patto di avere una monoposto almeno decente. Quella di quest’anno è un’occasione da non perdere. Non capita spesso che i valori in campo siano così equilibrati e che il fattore umano, sia del pilota che dei tecnici delle strategie al box, sia così determinante. Su entrambi i fronti la Ferrari ha dimostrato di essere al top. Ma se all’appello manca la vettura…

    Fernando Alonso:”Fare salto in avanti in competitività”

    “So perfettamente che ci aspetta un altro weekend difficile a Sakhir e non potrebbe essere altrimenti, sia per le caratteristiche del circuito sia perché la vettura sarà la stessa che abbiamo avuto a Shanghai - ha scritto Fernando Alonso sul suo blog personale – La Scuderia ed io stesso abbiamo una tradizione molto positiva in Bahrain ma il passato non conta nulla e in questo fine settimana dovremo limitare i danni”. Il pilota Ferrari fa notare come dopo tre eventi sia incertissima la lotta per il titolo:“Il campionato è apertissimo e sono in tante le squadre che possono aspirare alla vittoria ma è chiaro che noi dobbiamo fare un salto in avanti in termini di competitività se voglio aspirare a lottare per il successo finale. E lo dovremo fare il più presto possibile. Ho fiducia nella squadra e so che a Maranello tutti si stanno dando da fare per raggiungere questo obiettivo.

    Ferrari: la rinascita arriverà a Barcellona

    E’ il collaudatore iberico Marc Gene a spiegare cosa bolle sotto il pentolone rosso di Maranello. La F2012 ha un ottimo potenziale ma tanti problemi. Ciò significa che piccoli passi in avanti significheranno grandi balzi in termini di prestazioni. Questa è la buona notizia. La cattiva è che le aree su cui lavorare sono più d’una. Innanzitutto la scarsa velocità di punta, figlia di problemi di tipo aerodinamico:“La vettura fa troppa resistenza che penalizza la velocità massima - ha spiegato Gene – poi serve più trazione. Vedo impossibile risolvere tutti i problemi per il GP di Spagna ma immagino una crescita graduale nel corso della stagione. Nei test del Mugello sarà presentato un nuovo pacchetto molto esteso che farà leva anche sui pregi di questa macchina come, ad esempio, la facilità nel portare le gomme in temperatura”, ha riferito lo spagnolo.

    Ferrari, Domenicali:”Limitare i danni ma non come in Cina”

    Stefano Domenicali parla chiaro:“In Bahrain dovremo cercare di limitare i danni in maniera più efficace di quanto non abbiamo fatto in Cina, cercando soprattutto di sfruttare nel modo migliore gli pneumatici, sia in qualifica che in gara. Capire quanto e come si può tirare fuori dagli pneumatici è il fattore chiave in questo inizio di stagione. Può fare la differenza e noi dobbiamo migliorare la nostra capacità di analisi e di previsione.” Il punto debole della Ferrari a Shanghai è stata la velocità di punta. Troppo bassa per consentire a Fernando Alonso di effettuare facili sorpassi su monoposto più lente di lui. A conti fatti, sono stati almeno 6 i punti persi in classifica. Tantissimi se si guarda all’equilibrio dei valori in campo. “La vera partita in queste settimane si gioca a Maranello, dove tutti stanno spingendo forte per cercare di trovare ogni possibile centesimo di secondo di prestazione, in ogni area. Qualche novità la vedremo al Mugello ma ci prenderemo fino all’ultimo giorno disponibile prima del Gran Premio di Spagna per introdurre gli ultimi aggiornamenti. Sono sicuro che anche i nostri avversari stiano facendo lo stesso: si tratta quindi di dimostrare che possiamo essere più bravi di loro, facendo un lavoro migliore”, ha concluso Domenicali.

    785

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Circuito Sakhir F1Fernando AlonsoFerrari F1Formula 1 2017GP Bahrein F1Stefano Domenicali