Alonso fa il ragioniere: 76 punti tra 5 gare e divento Io campione del mondo

Noncurante dell’indagine della FIA contro la McLaren che rischia di vanificare il suo sforzo nel GP di Monaco, Fernando Alonso guarda con spavalderia al futuro della stagione 2007

da , il

    Fernanso Alonso

    Noncurante dell’indagine della FIA contro la McLaren che rischia di vanificare il suo sforzo nel GP di Monaco, Fernando Alonso guarda con spavalderia al futuro della stagione 2007.

    Lo spagnolo mette pressione a Raikkonen, continua la guerra psicologica con Hamilton e comincia a fare una tabellina di marcia.

    Il suo obiettivo per vincere il mondiale è intascare altri 38 punti nelle prossime 5 gare.

    Fernando Alonso detiene il primato in classifica a parità con Hamilton e il primato di vittorie a parità con Massa. Quanto a Raikkonen, per lo spagnolo è già arrivato ad un bivio. D’ora in poi non potrà più sbagliare e se i suoi 15 punti di svantaggio dovessero aumentare, sarebbe definitivamente tagliato fuori dalla lotta per il titolo.

    Discorso diverso per Hamilton e Massa. Alonso continua a non nascondere di preferire come avversario il suo compagno di squadra. al quale non risparmia qualche frecciatina, segno evidente che la battaglia psicologica tra i due non è che all’inizio:“Mille volte meglio lottare contro Lewis. E’ un debuttante ed ha la mia stessa vettura. Oltretutto io ho già vinto due volte e lui no. E’ chiaro che prima o poi sbaglierà. Anche a Monaco mi ha confidato di aver sbattuto 4 o 5 volte contro il guard-rail. Questo vuol dire che è stato molto fortunato a concludere la sua gara”.

    “Mi preoccupa molto di più Massa - ha spiegato il campione del mondo – perché, anche se è staccato di qualche punto, può contare su una macchina diversa dalla mia. Non so quanto sia forte la Ferrari, ma so che se non saremo ad armi pari sarà dura per me”.

    A questo punto entra in gioco l’Alonso ragioniere:“Nei nostri obiettivi la McLaren sarà forte nella seconda metà della stagione. E’ un fatto straordinario ed imprevisto che dopo 5 gare siamo già davanti. Adesso il nostro obiettivo deve essere quello di difenderci al meglio nelle prossime 5 gare perché, poi, nella seconda parte della stagione non ho dubbi che saremo noi la squadra da battere. Personalmente sono molto soddisfatto dei miei 38 punti e sono convinto che con altri 38 punti nelle prossime 5 gare avrei il mondiale in tasca”.