Alonso-Ferrari: Formula 1 sottosopra

Alonso in Ferrari ha fatto partire un effetto domino nel mercato piloti della Formula 1 2010

da , il

    Con Alonso in Ferrari è partito il tanto atteso effetto domino. Tra smentite, indiscrezioni e mezze conferme. Proviamo a fare il punto della situazione: Raikkonen alla McLaren, Rosberg alla Brawn, Barrichello alla Williams. Ed in cerca di sistemazione Kovalainen, Senna, Villeneuve, Piquet Jr…

    MCLAREN. Heikki Kovalainen è già con le valigie pronte. Kimi Raikkonen, per nulla intimorito da Lewis Hamilton è tentato. A tenerlo sulla soglia è il gravoso impegno in termini di rapporti con gli sponsor richiesto dal team di Woking, Si parla di 30 giorni all’anno. Troppi per un pilota che in passato ha già dato e che ora non vede l’ora, una volta saltato fuori dalla macchina, di andarsene per i fatti suoi. Se il campione del mondo 2007 non dovesse starci, quindi, è pronta l’opzione Nico Rosberg.

    BRAWN GP. Nel caso di arrivo di Raikkonen alla McLaren, Nico Rosberg – ampiamente in orbita Mercedes – sarà girato alla Brawn GP dove incontrerà un Jenson Button in conferma. Nonostante l’ottima stagione, è difficile che Rubens Barrichello resti.

    WILLIAMS. Rubens Barrichello alla Williams. E’ questa l’idea di radiomercato. A Grove hanno già destinato un poto a Hulkenberg. Con Nakajima rispedito in Giappone assieme ai motori Toyota, l’altro sedile può essere occupato dall’esperto brasiliano se non da Kubica o Heidfeld.

    RENAULT. Alla Renault arriva Kubica. Se il team resta. Il primo a consigliare il polacco ai francesi è Fernando Alonso, grande amico del driver BMW:”Se esiste una possibilita’ di ingaggiarlo lo consiglierei”. Kubica al momento fa pretattica:“Credo e spero che nella scuderia dove correro’ non dovro’ insistere per lottare per il titolo. Il prossimo team sapra’ cosa fare, e spero non ci sara’ la necessita’ di convincerli” ha spiegato il polacco ricordando i dissidi avuto con la BMW nel 2008 quando fu sacrificata la stagione in corso per preprarare la prossima nonostante avessero un pilota in corsa per il mondiale.

    ALONSO FERRARI.Tartassato nel dopogara di Suzuka dalle domande dei giornalisti sul passaggio alla Ferrari, Fernando Alonso ha potuto finalmente parlare senza problemi del suo ingaggio raccontando che non vede l’ora di essere a Maranello per prendere confidenza con la squadra:“Lavorerò molto. Sono entusiasta di questa nuova avventura che spero dia grande soddisfazione a me, alla Ferrari ed ai tifosi tutti“. Nessuna nube all’orizzonte, neanche il rapporto con Felipe Massa:“Tirate fuori un episodio di due anni fa quando ci fu uno screzio tra me e lui al termine di una gara combattuta. Non vi ricordate, però, che un anno fa in Brasile ci siamo abbracciati sul podio. Vedrete – ha concluso lo spagnolo rispondendo a quelli che gli hanno ricordato il burrascoso rapporto tra lui ed Hamilton – non ci saranno problemi tra noi”.