Alonso in Ferrari: a breve l’annuncio

Alonso in Ferrari? Arriva un'ulteriore mezza conferma

da , il

    Alonso in Ferrari: ci siamo. Luca di Montezemolo continua, tra battute ed allusioni, ad anticipare lo tsunami che investirà il mercato piloti della Formula 1. E secondo fonti vicine a Maranello l’annuncio potrebbe arrivare domenica notte in quel di Singapore. Al più tardi martedì prossimo.

    FERRARI. “Ho sentito spesso parlare di un pilota spagnolo molto importante e quando uno ne sente parlare così bene, ci sarà qualcosa di vero”. Dopo aver già confermato Felipe Massa ed aver messo in bilico la permanenza di Kimi Raikkonen per il 2010, Luca Di Montezemolo la mette sul fronte dell’umorismo. Ma ciò che dice è pesantissimo:“Siamo felici di avere il Santander come sponsor, abbiamo molti tifosi in Spagna e ne avremo di più l’anno prossimo, con Alonso. No, scusate, con Raikkonen”. O siamo di fronte ad un burlone di dimensioni cosmiche. Oppure sono vere le voci che danno per vicinissimo l’annuncio ufficiale dell’ingaggio di Fernando Alonso da parte della Ferrari. “E’ un grande pilota, è forte, ha temperamento e personalità, sa lavorare per la squadra e sa trasmettere le sue impressioni per migliorare il rendimento della macchina” ha dichiarato ai famelici giornalisti spagnoli durante la consegna del premio Leyenda a Madrid.

    KIMI RAIKKONEN. Alonso arriva, Raikkonen parte. Destinazione McLaren. O Brawn GP. “E’ un personaggio unico. E’ molto simpatico, non parla mai - ha commentato il presidente Ferrari riferendosi al finlandese - Un grande pilota, leale e fedele, l’unico ad aver vinto un Mondiale nel suo primo anno con Ferrari. Anche se i piloti passano, ma la Ferrari resta”. Come dire: grazie e arrivederci. Si può fare a meno di chiunque. Ma, evidentemente, non dei fenomeni. Non a caso la dirigenza di Maranello ha fatto carte false per prendere Alonso e sta tutt’ora tenendo a libro paga Michael Schumacher. Proprio Schumacher, fine anno 1995, raccoglieva ampi dissensi tra i tifosi Ferrari. Era accusato di essere scorretto, sleale, raccomandato. Come è andata a finire lo sappiamo tutti. Di questo, comunque, statene certi, ne riparleremo.