Alonso in Ferrari nel 2010: lo dice Santander

Il presidente dello sponsor spagnolo Banco de Santander che dal 2010 sarà con la Ferrari dichiara apertamente che vuole Fernando Alonso a Maranello da subito

da , il

    Il presidente del Banco de Santander, Emilio Botìn, rompe gli indugi e dichiara:“Dal 2010 saremo sponsor Ferrari e faremo di tutto per avere Alonso, il pilota più forte del pianeta!”.

    Dite: siete ancora convinti che Fernando Alonso in Ferrari dal 2010 sia pura fantascienza?

    SCOOP. Noi non dimentichiamo. Nel settembre scorso la redazione Motori di Sportmediaset andò di scoop e, contro ogni evidenza, diede per certo l’arrivo del due volte campione del mondo a Maranello già nel 2010. A Giorgio Terruzzi, adesso si unisce nientemeno che il presidente del prossimo sponsor Ferrari, il Banco de Santander, che dichiara: “Conosco ed ammiro Alonso. Ha dimostrato di essere il numero uno anche quando le cose non gli sono andate bene. Nei momenti difficili dimostra di essere un campione”

    ROSSO + ROSSO = ALONSO.. Il presidente Emilio Botìn ha poi spazzato il campo da ogni equivoco:“Ferrari e Santander sono due marchi rossi, per questo staremo assieme e faremo tutto il possibile per avere il miglior pilota del pianeta. Certo non dipende solo da noi”. Ricordiamo che la banca iberica ha già congelato i rapporti con la McLaren a seguito della crisi del 2007 tra lo stesso Alonso e Ron Dennis. Come ha spiegato il presidente della Santander, nell’ottica di un riposizionamento all’interno della Formula 1, l’istituto bancario ha pensato bene di accasarsi a Maranello dove, però, troverà uno scomodo Kimi Raikkonen a tenere occupato il sedile del loro pupillo nonché ambito uomo immagine a livello planetario.

    NON DIPENDE DA NOI. Il “non dipende da noi” con il quale Botin chiude la sua dichiarazione è un concetto piuttosto complesso e nebuloso. I soldi non mancano per dare il benservito a Kimi Raikkonen con un anno di anticipo. C’è da capire, però, come una mossa del genere si possa inserire all’interno delle strategie di medio lungo termine della Ferrari. Inoltre, non è dato sapere quanto la Ferrari abbia voglia di stracciare uno dei suoi motti celebri “i contratti ci sono e vogliamo rispettarli” con i quali hanno da sempre risposto alle numerosi e costanti indiscrezioni di questo tipo. Per la Santander, quindi, potrebbe volerci un anno in più del previsto prima che il sogno di Alonso in Rosso si realizzi. Salvo cataclismi, che lo spagnolo non approdi in Ferrari nel 2011, però, è ad oggi altamente improbabile.

    Foto: google