Alonso lascia la McLaren, la bomba è esplosa!

Alonso lascia la McLaren: la bomba è esplosa

da , il

    Alonso lascia la McLaren: la bomba è esplosa

    La notizia era nell’aria. La notizia era attesa da praticamente tutti gli addetti ai lavori che, indirettamente o meno, erano parte in causa nella vicenda. Fernando Alonso e la McLaren Mercedes dichiarano consensualmente che il loro rapporto finisce qui.

    Con due anni d’anticipo sul previsto si conclude l’avventura del due volte campione del mondo alla corte di Ron Dennis.

    Nel comunicato ufficiale della scuderia di Woking si possono leggere le dichiarazioni dei diretti interessati. Ci sarà tempo per veleni e retroscena, per ora tutto è molto “politicamente corretto” e calilbrato per rendere il saluto più pacifico possibile. Rispetto a quello che si è sentito fino a ieri, certe accortezze sembrano persino paradossali, ma tant’è.

    Fernando Alonso:“La McLaren è stato il mio sogno sin da bambino. Continuo a pensare che sia un grande team ma non sempre le cose funzionano per il verso giusto nella vita. Quest’anno è stato un insieme di alti e bassi e devo ammettere che in McLaren non mi sono mai sentito a casa. Nonostante ciò riconoscono che la squadra mi ha sempre dato le stesse opportunità che ha dato al mio compagno. Con questa soluzione possiamo entrambi mettere alle spalle ciò che è stato e concentrarci sul prossimo anno”.

    Ron Dennis:“Tutto il team Vodafone McLaren Mercedes augura a Fernando il meglio per il futuro. E’ un grande pilota ma il suo rapporto con il team non è andato per il verso giusto e siamo arrivati alla conclusione che non era possibile continuare. La decisione di una separazione consensuale pensiamo sia la migliore e ci permette di concentrarci da subito sul campionato 2008″.

    Si è spesso parlato di effetto domino. Ora che la prima pedina è caduta, non ci resta che stare a guardare. Da decidere c’è, innanzitutto, l’ambito sedile della seconda McLaren. Chi sarà il pilota che si farà massacrare da Lewis Hamilton o che riuscirà a ridimensionare la portata del fenomeno?

    Altro filone è: dove andrà Alonso? Tornerà all’ovile Renault o tenterà un paio di missioni impossibili che rispondono ai nomi di Toyota e Red Bull?

    Inoltre: cosa succederà adesso ad altri giovani piloti cercati e ricercati come Nico Rosberg e Adrian Sutil? Sono loro i primi della lista.

    Per saperlo basta avere pazienza, neanche tanta.