Alvaro Bautista: una Yamaha per il 2010?

Alvaro Bautista: una Yamaha per il 2010?

Il team manager del team Aspar, Jorge Martinez, nonstante abbia sia sponsor importanti che un pilota di successo come Bautista, non riesce ancora a trovare una 800cc per poter gareggiare nella Motogp

da in Alvaro Bautista, Mercato Piloti MotoGP, Moto2, Yamaha MotoGP
Ultimo aggiornamento:

    Alvaro Bautista e’ una delle giovani promesse della classe 250 e potrebbe nel 2010 passare insieme al rivale Marco Simoncelli in Motogp ma in una categoria con pochissimi costruttori, trovare una moto per affrontare una stagione non e’ per niente semplice.
    Lo sa bene Jorge Martinez che di Bautista e’ il team manager e che negli ultimi anni ha fatto di tutto per trovare un modo per entrare a fare parte della Motogp.

    Prima lo spagnolo provo’ con la Suzuki e poi anche con la Kawasaki ma nessuna casa era disposta ad affidargli delle 800cc. Ora torna alla carica cercando di strappare una Yamaha M1 clienti, visto che nel panorama rattristante della Motogp solo la casa di Iwata potrebbe garantirgli una due ruote competitiva. La Honda ha gia’ 6 moto in griglia, la Ducati ben cinque e quindi dopo l’addio della Kawasaki, che ha lasciato solo una mezza moto a Marco Melandri giusto per fare numero e fare contento Ezpeleta, rimane solo l’opzione Yamaha, che sarebbe anche una soluzione competitiva guardando le prestazione della M1.

    Le parole del team manager spagnolo riguardo le sue intenzioni sono molto chiare: “Ho già da due anni ho inserito nel contratto con la Mapfre, il mio sponsor, una opzione per passare in MotoGP con una cifra indicata: due milioni di euro in più. Ciononostante non ho avuto la possibilità di fare il salto di cilindrata perché non ci sono abbastanza moto.

    Dovrebbero essere almeno 22. La risposta potrebbe essere una quinta Yamaha. Lo so che Furusawa ha dichiarato a Sepang che anche con l’abolizione del muletto nel 2010 continuerà a schierare solo quattro M1, ma non credo che questa sia la risposta definitiva della Yamaha”.

    La Motogp per rimanere ai vertici per quanto riguarda l’interesse del pubblico e dei media non puo’ permettersi di far gareggiare solo tre produttori e mezzo (Kawasaki) e solo 18 partenti. Se continua in questo modo la Dorna rischia di compromettere la spettacolarita’ del campionato con conseguente perdita d’interesse da parte dei tifosi, dei media e soprattutto degli sponsor.

    401

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Alvaro BautistaMercato Piloti MotoGPMoto2Yamaha MotoGP
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI