Andrea Dovizioso: “Donington, gara perfetta”

Andrea Dovizioso, dopo la sua prima affermazione nella classe regina, non riesce a contenere l'emozione per l'importante risultato conseguito

da , il

    Andrea Dovizioso ha conquistato, sulla difficile pista di Donington, la prima vittoria in Motogp. Dopo una stagione caratterizzata da alti e bassi, il pilota forlivese può dare sfogo a tutta la sua felicità e affrontare le gare che mancano alla fine del mondiale, con una buona dose di fiducia in più.

    Il centauro della Honda HRC, finalmente, è riuscito a vincere una delle gare più impegnative del circuito del Motomondiale con una prestazione memorabile. Sul viscido asfalto della pista inglese, il Dovi è stato bravo a non commettere gli stessi errori dei piloti che hanno assaggiato l’asfalto e a proiettarsi sulla sesta posizione della classifica mondiale iridata con 94 punti.

    La portata dell’impresa di Andrea è davvero notevole e sole le sue stesse parole possono chiarire la gioia del campione italiano:“Sono veramente contento di questa vittoria, un’emozione incredibile, ancora difficile da descrivere, diversa da quando te la giochi fino all’ultimo. È strano arrivare solo. È stata una gara perfetta. Le condizioni erano davvero difficili perché la pioggia è caduta in modo leggero per tutta la corsa.”

    Nella prima frazione di gara, Dovizioso è stato paziente e coraggioso nell’aspettare e studiare le mosse dei centauri che gli stavano davanti, riuscendo a sfruttare al meglio le traiettorie utilizzate da Valentino Rossi:“Sono stato in grado di controllare tre situazioni molto diverse tra loro: all’inizio ho preso molti rischi per restare incollato nelle prime posizioni. Date le basse temperature infatti, le gomme hanno bisogno di due tre giri per andare in temperatura. Poi sono rimasto calmo e concentrato dietro Valentino. Devo dire che è stato facile seguirlo perché davanti è più difficile capire dove è asciutto e dove bagnato. Ho visto Valentino cadermi davanti e mi sono preso un bello spavento.”

    Quando il Dottore gli è caduto ad un palmo dal suo naso, a dodici giri dal termine del British GP, Andrea Dovizioso ha dato il meglio di sè, riuscendo a resistere alla scatenata rimonta di Randy De Puniet e Colin Edwards:” Infine sono riuscito ad amministrare il vantaggio e soprattutto a controllare la moto una volta in testa su una pista sempre più scivolosa. Negli ultimi due giri, quando Edwards e De Puniet si sono avvicinati ho spinto di più anche se era facile sbagliare.”

    Nei momenti successivi alla gara britannica, il Dovi, ancora in preda all’emozione, ha voluto dedicare la sua prima affermazione nella top class del Motomondiale alla sua famiglia, la quale gli è stata vicina anche nei momenti più scoraggianti della sua breve carriera agonistica.