Andrea Dovizioso sogna il podio di Assen

Andrea Dovizioso, dopo aver mancato per l'ennesima volta il podio sul tracciato di Montmelò, conquista il miglior tempo nei test successivi al gran premio catalano e si proietta con ottimismo al prossimo appuntamento della classe regina ad Assen

da , il

    Dopo aver sfiorato il podio per due gare consecutive, Andrea Dovizioso ha fatto registrare il miglior tempo, nei test di Montmelò, mettendosi alle spalle gente come Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Il pilota italiano, così, si prepara ad affrontare il sesto appuntamento della Motogp sul circuito di Assen.

    Per Dovizioso sembra quasi una maledizione, ma il fatto di mancare il podio nelle ultime due occasioni sembra esser diventato uno stimolo per migliorare le sue prestazioni. Il talento non gli è mai mancato e nonostante tutto ciò, al Mugello il Dovi ha dovuto cedere il passo ad un Valentino Rossi ,in chiara difficoltà di gomme peraltro.

    E’ andata sempre peggio al Gran Premio di Catalunya, dove il Dovi, ha braccato per mezza gara uno Stoner distratto dai dolori intestinali, ma non è riuscito neanche stavolta, a salire sul gradino più basso del podio.

    Andrea non è il tipo che si abbatte e durante i test di Montmelò, successivi alla corsa catalana, si è imposto con il miglior tempo di 1’42.230, più veloce del miglior giro in gara, appartenente a Casey Stoner 1’42.858 e del record di 1’42.358, che detiene il suo compagno di squadra Daniel Pedrosa.

    L’italiano della Honda, quarto in classifica mondiale, ha potuto usufruire di un nuovo telaio per la sua RC212V che gli ha permesso costantemente di girare con un ottimo ritmo.

    Il positivo esito delle prove, ha dato al Dovi una buona dose di fiducia, riscontrata a pieno nelle sue parole: “sono veramente soddisfatto di questa giornata di test e del passo con cui abbiamo girato. Fin dai primi giri il nuovo telaio ha dato un riscontro molto positivo per cui l’ho utilizzato per quasi tutta la sessione di prove. È migliorato molto l’ingresso in curva è questo è un dato veramente importante perché è una delle principali aree su cui stavamo lavorando. Abbiamo approfittato della giornata di prove anche per affinare vari aspetti della messa a punto con un risultato generale promettente”.

    Ora che con il nuovo telaio, le prestazioni e la tenuta del suo bolide Repsol sono decisamente migliorate, Dovizioso punta dritto al prossimo GP di Assen, ma non prima di aver ringraziato i suoi meccanici per il buon lavoro svolto: “abbiamo fatto un buon passo in avanti che va ad aggiungersi alla prova in gara, che ci ha visto molto vicini ai primi ,in condizioni di gara asciutta veramente estreme. Sono contento perché stiamo andando nella giusta direzione. Desidero ringraziare la squadra per l’ottimo lavoro fatto durante il fine settimana e la Honda che sta lavorando molto per darci una moto vincente ed oggi abbiamo raccolto segnali positivi. Non vedo l’ora di tornare in pista ad Assen”.