Andrea Dovizioso: “Stiamo migliorando, ma non basta”

Andrea Dovizioso e' stato il protagonista assoluto della presentazione del team Honda ufficiale HRC che cerchera' di far tornare il titolo mondiale alla casa di Tokio dopo due anni di purgatorio

da , il

    Nel weekend scorso si e’ svolta la presentazione del team Honda HRC ufficiale a Madrid: presentazione che ha visto protagonista il nostro Andrea Dovizioso : anche perche’ il suo collega Daniel Pedrosa, fresco di operazione al polso, ha partecipato solo in videoconferenza.

    Il neo pilota HRC non ha nascosto la sua grande soddisfazione per essere approdato probabilmente al team piu’ importante della Motogp e l’impegno sara’ da parte sua sempre massimo, come ha dimostrato in tutti questi anni in cui ha gareggiato con le moto di Tokyo sia nelle categorie minori che l’anno passato con la RC212V del Jir Team.

    Ma le gare non si vincono solo con l’impegno, ci vuole soprattutto una grande moto sotto il sedere e per Dovizioso sulla moto 2009 c’e’ ancora molto da lavorare: “In Qatar abbiamo fatto progressi, ma per giocarci la vittoria in gara c’è molto da fare” – ha dichiarato il pilota forlivese, ed ha aggiunto - “siamo lontani da Stoner, Rossi e Lorenzo. Ci sono due aspetti in particolare da risolvere e non è facile, e d’altra parte dobbiamo anche adattare la moto alle Bridgestone, anche se il feeling sta migliorando”.

    Per quanto riguarda il suo rapporto con il compagno di squadra Daniel Pedrosa, Dovizioso e’ molto chiaro: “Non c’è un dialogo, più che altro un confronto tra i tecnici a fine giornata. Dani non ha uno stile molto diverso dal mio, quindì la sua assenza a livello di sviluppo della moto non è un problema. Ovviamente con lui ci sarebbe stato un aiuto in più, ma ognuno va per la propria strada e Honda non ha difficoltà a seguire tutti e due”.

    In Honda Andrea Dovizioso ha l’occasione della vita: gareggiare con la Honda ufficiale e’ un onore ed un traguardo importante nella carriera di un pilota. Ma il problema e’ che l’obiettivo di questi team non e’ fare bella figura ma vincere. E questo dovra’ essere l’unico pensiero di Andrea Dovizioso: vincere, o almeno fare meglio del suo scomodo compagno di squadra.

    Immagini prese da moto.gpupdate.net.