Andrea Dovizioso: “Voglio una moto ufficiale!”

Andrea Dovizioso, dopo le buone prestazioni di quest'anno, fa un appello: "Voglio una moto ufficiale per il 2009!"

da , il

    Andrea Dovizioso

    Di bene in meglio.

    Il rookie Andrea Dovizioso, al suo primo anno in MotoGP, sta facendo più che bene.

    Una sorpresa per molti, ma non per tutti.

    Più volte noi abbiamo scommesso sulle grandissime potenzialità del “Dovi” nazionale e sempre abbiamo sperato per lui una moto ufficiale o comunque in grado di permettere al giovanissimo pilota di dimostrare tutto il suo talento.

    Ad un passo dal podio, oggi, nella MotoGP di Catalunya, Andrea Dovizioso ha dato il massimo.

    Non poteva dare di più, ma forse ne avrebbe avuto la possibilità perchè la determinazione, invece, l’avrebbe avuta di sicuro.

    Cosa mi è mancato per il podio? – si interroga il campione italiano – Non mi è mancato niente, ma dopo il sorpasso di Rossi su me e Stoner ho perso mezzo secondo e non ho avuto più la possibilità di recuperare. Giravamo sugli stessi tempi e non sono riuscito a fare di più“.

    Casey in entrata di curva era superiore a me e Valentino – ha dichiarato Dovizioso – ma usciva sempre troppo largo. Valentino, invece, è stato molto preciso e recuperava molto in uscita di curva“.

    Andrea analizza così la gara di oggi. E lancia un appello per l’anno prossimo: “Voglio una moto ufficiale“.

    Voglia di rivincita? Può darsi. Qualche vecchia conoscenza della 250cc c’è (Stoner e Pedrosa). E forse, oggi, Andrea avrebbe potuto essere proprio lì in mezzo a loro.

    Nasce una domanda.

    Cos’ha Andrea Dovizioso in meno di Casey Stoner e Dani Pedrosa?

    Alcuni risponderebbero: “Solo la moto”.

    E’ vero?