Annullata la Lisbona-Dakar per motivi di sicurezza

annullata per motivi di sicurezza il raid Lisbona-Dakar

da , il

    La Parigi-Dakar o Lisbona-Dakar come è stata ribattezzata ultimamente è da sempre una gara pericolosa ma tanto affascinante. Ma questa volta la manifestazione non partirà per motivo di sicurezza. Dove la parola sicurezza non è intesa come salvaguardia dell’incolumità dei piloti sulle dune africane, ma come tutela generale di tutta l’organizzazione del famoso Raid.

    I governi dei paesi ospitanti non erano in grado di assicurare il passaggio della gara e quindi è stata presa la decisione di annullare la competizione che si è svolta ininterrottamente dal 1979, anno della sua prima edizione.

    Il rischio di terrorismo era troppo alto. Un mese fa quattro turisti francesi erano stati assassinati in Mauritania da fondamentalisti islamici e proprio nello stato africano si sarebbero dovute svolgere diverse tappe e prove speciali. Incalcolabili le perdite dell’organizzatore, la Amaury Sport Organization, e per i partecipanti, che già si trovano a Lisbona per la partenza della gara: la gara sarebbe dovuta iniziare proprio oggi.

    Sono molti i privati che tutti gli anni partecipano ad una gara che è il simbolo dell’avventura su due e quattro ruote, nonostante le numerose vittime tra i concorrenti, tra cui ricordiamo il grande Fabrizio Meoni, toscano di Castiglion Fiorentino, che morì nel 2005 dopo aver vinto l’edizione del 2001 e del 2002. Ma quest’anno il meccanismo è stato fermato: la paura di una tragedia durante lo svolgimento era troppo pressante per correre il rischio!