Aprilia non parteciperà al campionato Moto2

L'Aprilia non parteciperà al primo campionato di Moto2, la nuova categoria che dal 2010 sostituisce la quarta di litro: ad annunciarlo è la Piaggio, azienda proprietaria della casa costruttrice di Noale, che si dichiara contraria a utilizzare i motori della concorrente Honda

da , il

    Aprilia non parteciperà al campionato di Moto2, la nuova categoria che dal 2010 sostituisce la quarta di litro: ad annunciarlo è la Piaggio, azienda proprietaria della casa costruttrice di Noale, che si dichiara contraria a utilizzare i motori della concorrente Honda.

    Il gruppo Piaggio è convinto che il coinvolgimento in un campionato nel quale dovranno essere obbligatoriamente montati motori di un costruttore rivale non abbia alcun senso e, anzi, contribuisca a danneggiare l’immagine del gruppo come costruttore motociclistico di punta sia in Italia che in Europa.

    Questo il comunicato diramato dalla Piaggio che motiva la rinuncia a partecipare al campionato di Moto2 (Aprilia non fornirà motociclette per la nuova serie nemmeno a team privati ) con il dissenso nei confronti del nuovo regolamento che prevede per tutte le moto l’utilizzo di un propulsore Honda da 600cc.

    La scelta del monomotore è stata dettata da esigenze economiche (stesso motivo per cui tutte le motociclette monteranno pneumatici Dunlop) e dalla voglia di ridurre l’incidenza del mezzo sulle prestazioni dei piloti, che dovranno puntare molto di più sul proprio talento. Bisognava immaginare che la scelta non sarebbe andata giù ai concorrenti della Honda.

    Adesso Aprilia, che nel 2009 ha piazzato sei piloti nei primi dieci posti dell’ultimo campionato della 250 e ha vinto tre titoli iridati nel Motomondiale (costruttori nelle classi 125 e 250 e piloti nella 125), correrà ufficialmente solo nel campionato mondiale Superbike, campionato nel quale lo scorso anno ha ottenuto il quarto posto con Max Biaggi.