Aprilia Superbike: i dubbi di Max Biaggi

Max Biaggi non è pienamente soddisfatto della sua prestazione durante la tre giorni di prove sul circuito portoghese di Portimao: i test ufficiali della Superbike hanno visto prevalere i piloti britannici, Jonathan Rea e Leon Haslam su tutti, mentre il centauro del team Aprilia Factory si è dovuto accontentare di tempi modesti e di piazzamenti non entusiasmanti

da , il

    Max Biaggi non è pienamente soddisfatto della sua prestazione durante la tre giorni di prove sul circuito portoghese di Portimao: i test ufficiali della Superbike hanno visto prevalere i piloti britannici, Jonathan Rea e Leon Haslam su tutti, mentre il centauro del team Aprilia Factory si è dovuto accontentare di tempi modesti e di piazzamenti non entusiasmanti.

    Portimao al di sotto delle aspetative, dunque, e con un post pubblicato sul sito web ufficiale Biaggi descrive tutte le sue perplessità e promette miglioramenti in vista dei prossimi test invernali di Valencia.

    Max Biaggi è deluso – e a ragione – dei suoi risultati ai test invernali del WSBK. Il rider romano è arrivato alla tre giorni di test di Portimao caricando l’attesa per la sua moto, ma i tempi dell’Aprilia RSV4 non sono stati all’altezza delle aspettative e questo ha provocato la frustrazione del Corsaro: Biaggi ha capito che per competere per il titolo iridato Superbike dovrà fare molto di più di quanto espresso in Portogallo e ha esposto le sue considerazioni ai fan che seguono il suo sito web.

    Ciao a tutti, conclusi i test a Portimao con qualche perplessità. Mi spiego. Ci aspettavamo delle risposte più evidenti sui lavori fatti e sulle parti nuove, ma non sono stati proprio così visibili,” ha scritto Biaggi, “Tutto sommato non è andata male, ma c’è bisogno di fare quel passettino in avanti che ci consentirà di essere tra i protagonisti nel 2010.”

    La concorrenza è migliorata e la cosa è evidente. Non ho utilizzato la gomma morbida o la qualifica per fare il tempo, non era la cosa che cercavamo,” ha continuato il pilota romano, “Ora siamo in viaggio per Valencia dove continueremo i test per due giorni e tireremo le somme su questi test invernali. Ci stiamo impegnando molto e vogliamo ottenere i risultati sperati. Vi aggiorno da Valencia. Un saluto a presto.