Ayrton Senna: un nuovo film in arrivo

Formula 1: sta per nascere un nuovo progetto dedicato ad Ayrton Senna

da , il

    rodrigo santoro ayrton senna film biografia

    Mentre in Italia si celebravano i trent’anni dalla scomparsa di Gilles Villeneuve, in Brasile toccava ad Ayrton Senna. Il tre volte campione del mondo se n’è andato dodici anni dopo ed una settimana prima del pilota Ferrari. Era il primo maggio del 1994. Nel 2010 è uscito un documentario che, mettendo assieme filmati originali, prova a raccontare una parte della storia del pilota divenuto mito e leggenda della Formula 1. Il sito americano Collider.com ha intervistato l’attore Rodrigo Santoro il quale ha confermato un nuovo progetto, realizzato in collaborazione con la famiglia Senna, per la produzione di un film-biografia nel quale lui avrà il ruolo di protagonista. Ad oggi, però, mancano ancora da sistemare molti dettagli prima che inizino i lavori. Siamo, di fatto, solo nella fase dei grandi sogni.

    Ayrton Senna: dal documentario al film

    Stavolta niente filmati originali. Sarà tutto nuovo e interpretato da degli attori il film che racconterà la vita di Ayrton Senna. Il compito più difficile spetterà a Rodrigo Santoro che ricoprirà il ruolo di “the magic”. “Non ho ancora firmato nulla ma le trattative stanno andando avanti e la sceneggiatura procede - ha confermato l’attore – adesso stanno ancora cercando di capire come realizzare il progetto che sarà veramente molto grande”. Santoro sa cosa significa Senna per i brasiliani e quanto sia delicato interpretare il suo personaggio:“E’ un eroe. Un eroe vero. E’ una materia molto delicata che merita un approccio molto cauto. Se il progetto andrà avanti, dovrò confrontarmi con la sua famiglia per fare le cose con il massimo rispetto. Ne sapremo qualcosa di più in futuro”. L’attore di Petrópolis è famoso per aver recitato nel successo commerciale Charlie’s Angels del 2002, per aver interpretato il figlio di Fidel Castro in un film dedicato a Che Guevara, per una pubblicità di Chanel con Nicole Kidman, per la sua presenza nel cast della fiction Lost e per alcune commedie leggere. “Al momento non c’è nulla di ufficiale - ha ribadito il connazionale di Ayrton – i nostri sforzi adesso sono focalizzati nel trovare le persone giuste per fare questo lavoro. E’ un progetto internazionale che vedrà coinvolta soprattutto l’Europa perché gli americani non hanno abbastanza conoscenza di questa storia e della Formula 1. Immagino si possano trovare buoni finanziatori se la sceneggiatura ed il regista saranno quelli giusti”. Lo stato dell’arte, ad oggi, quindi, è ancora piuttosto nebuloso.

    Foto: Collider.com