Bayliss: che noia dover esser sempre primi!

Tory Bayliss, il campionissimo delle due ruote, si lamenta, perche' e' davvero molto noioso vincere ogni gara di Superbike

da , il

    bayliss

    Chi l’ha detto che i primi debbano lavorare instancabilmente senza poter fermarsi un secondo?

    Perchè è proprio un secondo o poco più a distanziare il Campione del Mondo in carica, Troy Bayliss, oggi quinto, dalla prima posizione in griglia di partenza.

    Il desmodromico pilota ha chiuso, infatti, la SuperPole di oggi senza ottenere i risultati sperati dalla squadra e ipotizzati dagli spettatori che ancora hanno negli occhi gli straordinari tempi del pilota ottenuti nel corso delle prove invernali.

    Seppur quinto, il ritmo di gara del centauro Ducatista non dovrebbe esser male: il long run è andato bene e dà fiducia al team a dispetto della poszizione in classifica.

    Intelligentemente Troy ci scherza su e, a caldo, commenta: “E` stato un risultato diverso dal solito. Credo che farà piacere a tutti gli altri ma non a noi! In effetti non siamo riusciti ad esprimerci al nostro meglio durante il weekend. E’ molto strano perchè negli ultimi test qui in dicembre avevo girato in 1`58.1 e il mio miglior giro questo weekend è stato 1`59.5 con esattamente lo stesso assetto di allora. Ho un pò di difficoltà a ritrovare il feeling con la mia 999 e il mio giro in Superpole non è stato il massimo. Adesso dobbiamo dimenticare tutto, concentrarci sulle gare di domani e cercare il miglior risultato possibile. Sapevamo che questa gara in Qatar sarebbe stata difficile per noi ma ora sembra più dura del normale. A dire la verità il mio long-run è l’unica cosa buona che sono riuscito a fare, dieci giri sul passo di 1`59 e questo è positivo per noi. Sono fiducioso che verso la parte finale della gara andrà meglio“.

    Lo cre4diamo anche noi.