Ben Spies lancia la sfida sulla MotoGP 2012: “Stoner è super, ma non è invincibile”

Il pilota stetunitense Ben Spies lancia la sfida al campione del mondo della MotoGP, Casey Stoner

da , il

    spies stoner 2012

    Lo statunitense Ben Spies, campione mondiale della Superbike 2009, non vede l’ora di tornare in pista verso la fine del per la seconda sessione di test collettivi che avranno luogo sul tracciato internazionale di Sepang. In una recente intervista il texano ha parlato di Casey Stoner e della stagione che lo aspetta, una MotoGP 2012 ricca di soddisfazioni: “Sono sicuro che Casey Stoner sia veloce con qualsiasi cosa abbia le ruote. Ma penso anche che chiunque può essere battuto, Valentino Rossi ha vinto così tante gare e non sembrava che potesse essere battuto ed invece è accaduto”.

    Ottimismo dalle parti della Yamaha di Ben Spies, che dopo aver svolto le prove collettive della Malesia con buoni risultati non vede l’ora di poter tornare nuovamente in pista e lanciare la sfida all’australiano Stoner, per la conquista del titolo mondiale della MotoGP.

    Secondo il numero 11 del Motomondiale, Casey è sicuramente il pilota di maggior talento attualmente e quello più veloce nel panorama del mondo delle corse a due ruote, ma questo non vuol dire che sia invincibile ed inarrivabile.

    Il centauro della Yamaha ufficiale conferma la bontà del suo ragionamento con un paragone con il nove volte campione del mondo, Valentino Rossi, che dopo anni di dominio è risultato battibile: “Speriamo di poter fare questo con Casey e vincere un campionato per gli Stati Uniti. Questo è l’obiettivo finale. Ma da quello che abbiamo visto oggi Casey è il più veloce e direi il pilota di maggior talento che sia salito su una moto da corsa. Ma c’è sempre un cambio della guardia. L’abbiamo visto in tutte le competizioni. Stoner è un talento puro ed è spaventosamente veloce, ma, come tutti può essere battuto”.