Ben Spies: Superbike nel 2009, Motogp all’orizzonte

Ben Spies, il pilota statunitense neo acquisto della Yamaha nel mondiale Superbike, e' soddisfatto della scelta di correre nelle derivate di serie ma non nasconde di voler in futuro gareggiare con i migliori del mondo in Motogp

da , il

    E’ uno dei giovani piu’ promettenti del panorama mondiale delle due ruote. Quando nella stagione passata e’ stato chiamato in sella ai Bolidi della Motogp, senza la minima esperienza, Ben Spies, alla guida della Suzuki per sostituire Loris Capirossi, ha fatto buone prestazioni che pero’ non sono bastate per un posto nella Motogp del 2009, dove invece c’e’ posto per piloti bolliti e per raccomandati di lusso.

    Il pilota statunitense, che nel 2009 partecipera’ al campionato Superbike in sella alla Yamaha R1, con la quale ha gia’ impressionato nei primi test a Portimao, non e’ assolutamente dispiaciuto per la mancata partecipazione alla Motogp: “fino ad un paio di mesi fa sembrava sicuro che dovessi correre in MotoGp nel 2009″ – ha dichiarato Spies, ed ha aggiunto -”ma, per un motivo o per l`altro le trattative non si sono concretizzate. Poi si e` fatta avanti la Yamaha Superbike con una bella offerta e l`ho accettata al volo”.

    Riguardo alla spettacolarita’ del campionato Superbike, il pilota di Menphis non ha dubbi: “in MotoGp ci sono piloti fantastici, i migliori del mondo; ma la Superbike offre sportellate, finali con tanti piloti che possono giocarsi la vittoria. Sono convinto che mi divertiro` parecchio`”.

    Il presente del neopilota Yamaha e’ la Superbike, ma per il futuro non e’ escluso il passaggio alle 800cc: “che la Yamaha disponga della MotoGp piu` competitiva ha pesato molto sulla mia scelta. Ho 24 anni, mi sembra naturale pensare al futuro. E devo confessare che correre per la stessa marca di Valentino Rossi mi fa molto piacere. Anche se nell`immediato io devo pensare alla Superbike”.

    Piu’ chiaro di cosi’…

    Immagini tratte da Google Images.