Bernie Ecclestone e Ferrari: torna la pace

Bernie Ecclestone viene invitato da uno sponsor Ferrari a Madonna di Campiglio e butta acqua sul fuoco delle polemiche con Montezemolo

da , il

    Bernie Ecclestone accoglie l’invito del main sponsor Ferrari, atterra con il suo elicottero nel ritiro di Madonna di Campiglio… ed è subito pace. “Non ho nulla contro Maranello” dichiara il boss della Formula 1 che approfitta dell’incontro con i giornalisti per commentare gli ultimi eventi.

    VACANZA. : “Sono qui in vacanza solo perché mi hanno invitato, il mio arrivo non ha altre finalità” tiene a precisare Ecclestone che oggi incontrerà Montezemolo. Il patron della F1 smentisce che ci siano ruggini con il Cavallino e non intende prendere la trasferta italiana come viaggio di lavoro. Le trattative sulla spartizione degli introiti derivanti dai diritti d’immagine della F1, infatti, vanno avanti con la FOTA e non con la sola Ferrari, spiega Ecclestone che smentisce ogni illazione sulla sua presunta volontà di isolare la scuderia italiana dalle altre presenti nel Circus.

    MEDAGLIE. Rassegnato ad affrontare un altro anno con i soliti punteggi che premiano i piloti conservativi più degli attaccanti, Ecclestone ridimensiona il clamore suscitato dalla volontà di introdurre medaglie olimpiche in Formula 1:“Si trattava solo di una proposta finalizzata a premiare chi vince più gran premi nell’arco della stagione e smetterla con un punteggio che alla fine favorisce chi arriva secondo”. In fin dei conti, fa notare lo Zio Bernie, ciò che interessa al pubblico sono i sorpassi ed oltre a dare ai piloti auto che li rendano possibili, c’è da premiare coloro i quali puntano sempre e comunque alla vittoria. Sul lato estetico, però, qualcosa da dire ce l’ha pure lui:“Conta più il profilo funzionale, gli obiettivi che ci siamo prefissati.Però devo dire che l’ala posteriore di queste macchine disegnata così non mi piace”.

    CAMPIONI. Con Hamilton che ha coronato il sogno iridato, nell’agenda di Ecclestone restano due nomi papabili per accodarsi all’inglese, ad Alonso ed a Raikkonen nell’albo d’oro del mondiale. C’è Massa:“Secondo me ha tutti i numeri per puntare al titolo nel 2009″. Ma soprattutto Vettel:“Abbiamo visto tutti quello che ha fatto ed è incredibile. Non credo che dovremo aspettare molto per vederlo campione del mondo”.