Biaggi-Kawa, la firma c’è ma non basta

da , il

    Bridgestone

    Biaggi e Kawasaki: la firma c’è da due settimane ma non basta ancora per vedere Max in pista nel 2006. E’ quello che ha dichiarato Biaggi durante l’evento “Grandi Incontri” organizzato dalla Gazzetta dello Sport al MotorShow di Bologna.

    Secondo quanto riportato dal quotidiano rosa sul suo sito web, Max avrebbe affermato:

    “Ho firmato due settimane fa con la Kawasaki per il 2006. Aspettavo solo l’annuncio ufficiale, invece non è arrivato. Non so cosa stia succedendo ma non posso credere che un’azienda come la Bridgestone non abbia le gomme per una moto in più per me sullo schieramento”.

    E ancora:

    “Io la moto l’ho trovata – ha spiegato – e sono disposto ad affrontare sacrifici, anche economici, per essere al via anche la prossima stagione. Ma sembra che ogni volta ci sia qualcuno pronto a mettere i bastoni tra le ruote. Forse perché in questo ambiente sono sempre stato troppo sincero e scomodo”.

    Eppure giusto un paio di giorni fa pareva che dopo un colloquio diretto con Biaggi, la Bridgestone avesse acconsentito a fornire le gomme per una terza moto in Kawasaki.

    Non possiamo non trovarci d’accordo con Biaggi quando si dice incredulo che ci sia un problema organizzativo o produttivo a fornire le gomme anche a lui, soprattutto per un gommista come quello giappponese che dopo aver dominato in Formula 1 con la Ferrari per anni, aspira a battere la Michelin anche in MotoGP, attraverso un impegno crescente.

    Anche se la moto Bridgestone che può vincere, al momento è solo la Ducati 65 di Loris Capirossi. Ma forse Max può riservarci delle belle sorprese se gli daranno fiducia.