BMW Sauber, Heidfeld e la voglia di vincere

BMW Sauber, Heidfeld e la voglia di vincere

da , il

    BMW Sauber, Heidfeld sente odore di vittoria

    Seguendo le orme di Mario Theissen, anche Nick Heidfeld si sbilancia in pronostici ottimistici per la stagione 2008 della BMW Sauber.

    Secondo il pilota tedesco, la prima vittoria in F1 diventa un obiettivo realisticamente alla portata.

    “Noi e la Renault ci siamo concentrati sulla vettura del 2008 gia` dalla scorsa stagione, mentre la Ferrari e la McLaren non hanno potuto fare altrettanto – fa notare Heidfeld – Questo significa che, almeno in teoria, abbiamo un certo vantaggio che potrebbe rivelarsi decisivo”. “Conoscendo la vettura e sapendo i progressi che abbiamo fatto fino ad ora, ho delle buone sensazioni. Non voglio però dire altro perché stiamo lavorando duramente per migliorare le cose che lo scorso anno non andavano come, ad esempio, le partenze”. “In definitiva – ha concluso il tedesco - penso che il prossimo anno sarà molto interessante per noi…”.

    Le considerazioni di Heidfeld non fanno una piega. L’esperienza recente e passata, però, ci insegna che non sempre un team giovane riesce a crescere regolarmente e gradualmente di stagione in stagione. Ogni tanto qualche battuta di arresto è fisiologica e senza andare troppo indietro con la memoria, basti pensare all’esperienza della Honda che a fine 2006 sembrava pronta ad entrare nel club di Ferrari, McLaren e Renault mentre, invece, si è trovata addirittura in fondo allo schieramento nel 2007.

    Nella stagione appena conclusa, la BMW Sauber è stata la terza forza del campionato. Fare meglio vorrebbe dire diventare un candidato alla vittoria finale. Questo pare realisticamente ancora difficile mentre è molto probabile che gente come Renault ma anche Honda, Toyota, Williams e Red Bull si diano una mossa e riescano ad impensierire la ciurma capitatana dal baffuto Mario Theissen.