BMW Sauber, Mario Theissen vede la vittoria

BMW Sauber, Theissen punta al salto di qualità e alla prima vittoria nel 2008

da , il

    BMW Sauber, c'è una vittoria nel 2008 di Theissen

    Passi piccoli ma decisi. Non rivoluzioni ma evoluzioni graduali. E’ questa la ricetta per il successo e, nei primi due anni della sua storia come costruttore globale in Formula 1, il team BMW Sauber ha raggiunto alla grande i suoi obiettivi. Per questo Mario Theissen guarda con fiducia al futuro e punta alla prima vittoria per il 2008.

    Per la scuderia di Monaco è atteso un ulteriore salto di qualità. E si sa che più è alta la posta in gioco e più e difficile raggiungere l’obiettivo.

    “Non pensavamo di essere sin da subito la terza forza del campionato - ha raccontato Mario Theissen sul sito ufficiale del team – Ancor più stupefacente è che siamo riusciti a consolidare questa posizione durante tutta la stagione e avevamo la posizione assicurata già da metà campionato. A quel punto, non essendo possibile impensierire Ferrari e McLaren, abbiamo deciso di concentrarci già sulla vettura 2008. Visto che fino ad ora abbiamo rispettato in nostri piani, adesso dobbiamo centrare l’obiettivo della prima vittoria. Siamo impazienti in questo senso ma sappiamo che nulla avviene per caso.”

    Il pericolo per i tedeschi è che 1+1 non faccia 2. La storia passata e recentissima della F1 è piena zeppa di esempi in questo senso. Basti pensare alla Honda, capace appunto di trovare pur se fortunosamente il primo successo all’Hungaroring nel 2006, poi sprofondata più indietro che mai nel 2007. Eppure gli uomini erano gli stessi, i piloti pure e la motivazioni non erano certamente calate.