BMW Sauber: Theissen scettico, Kubica “nì”!

BMW Sauber: Theissen scettico, Kubica no! per il team manager della scuderia bavarese la nuova vettura 2008 non è ai livelli auspicati in galleria del vento

da , il

    BMW Sauber: Theissen scettico, Kubica no!

    Mario Theissen ha fatto sapere di essere relativamente deluso per le prestazioni della BMW Sauber F1.08. Secondo il responsabile della squadra, alla macchina scesa in pista mancherebbe ancora quel mezzo secondo al giro che le spetterebbe sulla base delle simulazioni al computer.

    “Cose che capitano - ci tiene però a precisare il pilota Robert Kubicaanche io mi aspettavo di meglio ma è normale che sia così quando ci sono molte novità”.

    “Nell’ultma settimana di test abbiamo introdotto molte varianti e alcune hanno dato i risultati sperati - spiega Kubica – Siamo migliorati molto nel bilanciamento della monoposto. Se poi i nostri tempi non sembrano all’altezza dei nostri avversari, credo che sia un problema solo per chi ci vede dall’esterno. Noi siamo concentrati e stiamo lavorando al 100%. Solo a Melbourne si scopriranno le carte. E questo vale per noi come per gli altri”.

    Il pilota di Cracovia ammette che nella squadra c’è un solo obiettivo: il campionato costruttori.

    Per raggiungere la miglior posizione possibile tra i team, sono stati fatti dei piani precisi che prevedono la massima collaborazione tra i piloti e la massima affidabilità della vettura, al fine di non laciare nulla per strada:”Vogliamo ben figurare nei costruttori, non lo nascondiamo che per BMW è importante solo quella classifica, soprattutto alla luce del fatto che noi piloti non potremmo realisticamente lottare per il titolo mondiale. Il nostro obiettivo, quindi, deve essere quello di concludere tutte le gare e raccogliere sempre qualcosa per incrementare la classifica”.

    Quest’anno il motore dovrà durare 4 gare e ci sarà anche la regola dell’insostituibilità del cambio, per cui l’affidabilità sarà ancor più determinante che in passato. Se ciò lo si aggiunge alla ben nota e paradossale assegnazione dei punteggi vigente, diventa impossibile non essere d’accordo con le considerazoni del pilota BMW.