La Bridgestone si avvicina alla Michelin

da , il

    Bridgestone

    Chissà che quel mezzo secondo che manca alla Ferrari per riprendere la Renault non sia colpa delle gomme Bridgestone. I giapponesi sono soddisfatti del lavoro fatto ed annunciano con orgoglio che al momento sono più lenti delle Michelin di “soli” 4 decimi. Contenti loro…

    Con il nuovo regolamento che ha reintrodotto i cambi gomme e con il passaggio di due scuderie di un certo calibro come Williams e Toyota alla Bridgestone sembrava che i problemi del gommista giapponesi fossero già risolti. Così non è.

    Gli stessi tenici nipponici ammettono che a Novembre il gap con la Michelin era superiore al secondo al giro. Adesso lo hanno ridotto a 3-4 decimi.

    Ma 3-4 decimi sono un’enormità.

    3-4 decimi sono il distacco che la Ferrari ha nei confronti dei migliori.

    3-4 decimi sono la differenza ideale fra essere lì a lottare per la vittoria o stare dietro e raccimolare fortunosamente qualche podio.

    Per consolarci appreziamo il progresso e notiamo che, se le cose continuassero così, prima della metà della stagione il distacco potrebbe essere colmato quasi interamente. Si tratterà, allora, di cominciare la stagione avendo un po’ di pazienza e puntando a limitare i danni.