Brivio: “Ancora novita’ sulla M1″

tutto e' pronto in casa Yamaha per l'inizio della stagione in Qatar

da , il

    La stagione 2009 e’ alle porte e tutti i protagonisti stanno affilando le armi per iniziare la stagione nel migliore dei modi. In casa Yamaha tutto e’ pronto per cercare di confermare la vittoria del 2008 con una moto come al solito velocissima e un Valentino Rossi motivato e carico per cercare di conquistare il suo nono titolo mondiale.

    E’ il manager del team Fiat Yamaha, Davide Brivio, a fare il punto della situazione nella squadra dei tre diapason: “come squadra siamo molto eccitati dall’inizio del campionato, Valentino è andato forte durante i test e non siamo preoccupati per il Qatar. Abbiamo ancora qualche novità da provare e siamo sicuri che saremo abbastanza veloci per contrastare la concorrenza. Trovo che la nuova regola relativa al monogomma sia eccitante, perché aggiunge una novità alla prima gara. Siamo, nel contempo, molto fiduciosi per l’anno di esperienza fatto con Bridgestone ed è chiaro che il costruttore giapponese abbia fatto un ottimo lavoro nel corso dell’inverno con le nuove coperture. Sarà strano non avere le prove libere del venerdì mattina e dovremo assicurarci di rimanere concentrati e determinati in modo da usare il nostro tempo al meglio. Fortunatamente, sotto questo aspetto, abbiamo la squadra con più esperienza di tutto il paddock!”.

    Si capisce molto bene dalle parole di Brivio che in casa Yamaha sono tranquilli per questo inizio di stagione. La moto c’e', il pilota piu’ forte del circus pure, i test pre-stagione sono stati positivi anche se come al solito e’ stata la Ducati a fare la voce grossa. Inoltre c’e’ anche la consapevolezza che la seconda guida di Iwata e’ un certo Jorge Lorenzo, che potrebbe essere durante la stagione uno dei rivali piu’ tosti per il Dottore. L’anno scorso lo spagnolo inizio’ con il botto, nel senso che ottenne sia la pole position che un grande secondo posto in gara per poi perdersi nel corso della stagione tra errori e infortuni vari. Con un anno d’esperienza in piu’ e una M1 che va molto forte per vincere si dovra’ fare i conti con lui.

    Per la felicita’ della Yamaha che in un modo o nell’altro stara’ sempre davanti a tutti.