Brno MotoGp 07: il Settimo Sigillo di Stoner vale il Titolo Mondiale

Casey Stoner vince con la Ducati a Brno e vola verso il titolo mondiale

da , il

    la settima Meraviglia di Stoner vale il Titolo Mondiale

    La puntata Ceca di questo incredibile sceneggiato MotoGp 2007 ha visto l’ennesimo capolavoro di uno Stoner inesorabile, addirittura perfetto, e nello stesso tempo ha dato la mazzata finale alle residue speranze di Rossi, il cui Campionato si chiude tristemente QUI.

    Allora, CHI (fin dal PRIMO Gp) aveva ragione, eh?

    Qui a Brno, in una pista splendida (che, come ho detto ancora, fa SEMPRE emergere chi disponga della maggior Classe), un eternamente fantastico, fenomenale Stoner ha ancora una volta letteralmente annichilito, fatto a pezzi e polverizzato tutta la concorrenza, affossando definitivamente le ultime possibilità non solo di un Rossi ormai rassegnato e domo, ma anche di ogni altro residuo pretendente al Titolo, che ormai NESSUNO potrà strappare dalle sue capacissime mani.

    Ormai sono senza parole. La Classe immensa di Casey, sfoggiata come al solito con estrema, perentoria sicurezza, senza alcuno sforzo apparente, e senza mai commettere il benchè minimo errore, implacabilmente massacrando ancora una volta gli avversari, risulta ormai pressochè indescrivibile. Oggi è sembrato davvero di rivedere in pista l’Agostini dei tempi d’oro, quello del quinquennio 68-72, che in sella alla MV Agusta Tre Cilindri faceva corsa a sè, dal primo metro fino all’ultimo………proprio come in effetti ha fatto qui a Brno il terribile ragazzino australiano, dominando spietatamente il week end fin dalle prove di venerdì.

    In questo caso, però, questa assoluta predominanza NON è dovuta, come accadeva in quegli anni per Mino, ad una moto enormemente più performante rispetto alla concorrenza (sebbene Ago fosse comunque, incidentalmente, il miglior pilota del lotto!!) bensì, lo ripeterò sempre, alle superiori, insuperate doti DI GUIDA PURA del fenomeno di Borgo Panigale.

    Ancora a proposito di Agostini: il Campionissimo dopo il Gp ceco ha testualmente dichiarato: “Stoner non vincerà il Titolo per grazia ricevuta, ma perchè se lo merita: ha una grande moto, ma lui è fenomenale!”

    Da notare come il distacco di ben 7,9 secondi inflitto ad Hopkins rappresenti il più importante gap verificatosi in questa pista in gare della Classe Regina da ben 10 anni a questa parte, e cioè dai tempi della vittoria nel 97 di Doohan per 14,8 secondi sul secondo classificato!

    Stoner, come ha del resto dimostrato per l’ennesima volta, E’ DI GRAN LUNGA IL MIGLIOR PILOTA IN CAMPO, signori miei, e chi non lo capisca neppure a questo punto dimostra una invero preoccupante scarsità di comprendonio. Chi invece l’ha capito perfettamente, e da gran tempo, è Rossi stesso, che oggi alzando definitivamente bandiera bianca ha salutato qui, una volta per tutte, OGNI residua speranza di riconquista del Titolo.

    Contro un autentico mostro come Il Casey attuale, del resto, nessuna difesa è possibile: il Genio di Curri-Curri infatti sta guidando MEGLIO di quanto Vale abbia MAI fatto nel corso di tutta la sua carriera…….

    Avevo detto e scritto che Assen sarebbe stata, con buona probabilità, l’ULTIMA vittoria di Rossi in questa stagione 07, proprio in quanto frutto di una combinazione fortuita ed assai difficilmente ripetibile, ed in effetti potrebbe andare proprio così, alla fine.

    A questo punto, con sei prove ancora da disputare, NON SOLO il Titolo Mondiale è ormai CERTAMENTE di Stoner, ma prevedo che lo vinca con almeno 100 punti di margine (avevo del resto predetto, dopo la PRIMA gara del Mondiale, che Casey avrebbe vinto il Titolo ben prima dell’ultimo appuntamento Iridato) sul secondo classificato, che non è affatto detto (altra cosa da me supposta dopo il PRIMO Gp della stagione…….avendolo pronosticato solo terzo, alla fine dei giochi:) si tratti di Valentino!

    Stoner, IL NUOVO SAARINEN, sta dominando la stagione appunto come avrebbe fatto il Grande Jarno nel 73, se solo avesse potuto portarla a termine. Proprio come il Finlandese Volante, Casey è un Campione fantastico, ma allo stesso tempo simpatico, modesto, non spocchioso, davvero una anti Star, anche in questo tale e quale a Saarinen. Così come l’asso di Turku si sarebbe aggiudicato la Vittoria Finale nella Classe Regina nel 73 e l’anno successivo, meritandosela ampiamente, Stoner è destinato a vincere non solo quest’anno, ma anche a DOMINARE PER ANNI la Classe nel futuro prossimo e remoto. Vedrete.

    Rossi è invece fatalmente condannato a rimanere, mi spiace tanto per lui, a sette Titoli Mondiali al pari di Phil Read, che però lo precederà SEMPRE nella storica classifica dei Più Grandi di Tutti i Tempi, proprio perchè è arrivato PRIMA dell’urbinate a conquistare Allori Iridati in TUTTE le classi ancora esistenti. PUNTO.

    Neanche a dirlo, davanti a Phil a loro volta resteranno SEMPRE Ago, Hailwood, Nieto ed Ubbiali………

    Grande gara di Hopkins, che pur chiedendo tutto alla sua Suzuki, nulla ha potuto fare contro la nettissima superiorità della perfetta ed inesorabile macchina da vittorie australiana. Il secondo posto odierno rappresenta il suo miglior risultato di sempre in MotoGp, dopo la terza posizione in Cina, e lo porta a pari punti, in Classifica generale, col team mate Vermeulen, buon quinto all’arrivo, destinato però a rimanere in Squadra il prossimo anno, proprio a fianco di Capirossi, arrivato appena dietro di lui, ed autore di una prova onesta, penalizzata grandemente, putroppo, da una scelta di gomme infelice.

    Hayden, oggi ottimo terzo, con una gara veloce, grintosa, volitiva e risoluta ha ancora una volta dimostrato, come del resto ho sempre sostenuto, come a parità di moto sia sempre e comunque superiore al suo triste team mate iberico, rimasto tutta la corsa ben dietro all’americano. Peccato, perchè senza l’enorme sfortuna patita nella prima parte della stagione, ma pure senza il solito autolesionismo suicida di casa HRC, che NON ha messo a disposizione di Hayden, se non a partire da Assen, la stessa moto di Pedrosa, cioè la VERA HRC ufficiale, adesso Nicky sarebbe molto più in alto in Classifica generale!

    Solo disastrosamente settimo il derelitto Rossi, che ha pure dovuto lottare come un disperato per buona parte della corsa con la sua nemesi De Puniet, già fatale all’urbinate al Sachsenring, per non farsi precedere al traguardo anche dalla veloce verdona del francese.

    Sul fronte delle gomme, la vittoria odierna ai punti della Bridgestone, che si piazza ai primi due posti, contro il terzo e quarto conquistati dagli uomini della HRC, calzati dai rivali francesi, spezza un pò il predominio delle slick Michelin sull’asciutto, che si era fatto da tempo decisamente preoccupante (ovviamente dal punto di vista giapponese……) fino alla prova tedesca compresa, Laguna Seca facendo caso a sè per le sue peculiarissime ed esclusive condizioni ambientali.

    Ora, la prossima prova si svolgerà, come tutti sappiamo, tra due settimane nel rinnovato (e per me rovinato per sempre) circuito di Misano, per l’inedito Gp di San Marino. Questa pista rappresenta ovviamente un’autentica incognita per quasi tutti i protagonisti del Circo Mondiale, proprio come accaduto per i colleghi della SBK, appena due mesi fa. Teoricamente, i piloti di casa, Valentino in primis, dovrebbero esservi avvantaggiati.

    Niente paura: un certo ragazzino australiano, in sella ad uno scalpitante e tremendo drago vermiglio, saprà sorprenderci ancora una volta, e (indovinate un pò?) nel migliore dei modi possibili!

    Arrivederci dunque in Terra di Romagna per il prossimo eccitante episodio di questo adrenalinico, straordinario serial MotoGp 2007!

    DONOVAN