Button: alla McLaren un impegno straordinario

Confessioni di un campione del mondo a meno di una settimana dal via al Mondiale 2010 di F1

da , il

    Manca davvero pochissimo. Finalmente, il 14 marzo sul circuito di Sahkir (Bahrain), vedremo accendersi il semaforo verde e sfrecciare le monoposto pronte a darsi battaglia per il titolo iridato 2010. Poco prima del via il campione del mondo in carica Jenson Button, neo arrivato in casa McLaren, fa un breve bilancio dei suoi primi mesi nella scuderia di Woking. Button si dichiara pienamente soddisfatto della sua scelta di passare alla scuderia inglese, aggiungendo che l’impegno dimostrato dalla McLaren in vista della stagione 2010, è quanto di più straordinario lui abbia mai visto nel corso della sua esperienza in F1.

    MCLAREN. La decisione di passare alla McLaren ha segnato l’inizio di una nuova avventura per Button, che ha commentato come si senta già perfettamente a suo agio con la sua nuova “famiglia”. “Questi ultimi mesi sono stati un’incredibile esperienza di apprendimento per me: con la decisione di entrare a fare parte della McLaren ho avuto la possibilità di confrontarmi con il tipo di sfida di cui avevo bisogno” ha dichiarato il pilota britannico. “Ho impiegato tutte le mie energie nel lavoro con il team, imparando tutto quello che c’è da sapere sulla monoposto per essere sicuro che saremo al pieno della forma al primo appuntamento della stagione.” “Non ho mai visto nessuna squadra lavorare così duramente come in quest’inverno e non ho mai passato tanto tempo insieme ai miei ingegneri; per questo sono molto tranquillo riguardo al lavoro svolto fino ad ora.”

    TITOLO IRIDATO. Per il campione in carica inoltre, è un’emozione iniziare la stagione 2010 con la corona di campione del mondo in testa, e allo stesso tempo il titolo iridato è per lui fonte di un’ulteriore motivazione a migliorare: “Non vedo davvero l’ora di mettermi al volante venerdì mattina con la consapevolezza di essere il campione del mondo” ha commentato Button. “Per me è allo stesso tempo una responsabilità e un onore, ma è una sensazione che voglio godermi il più a lungo possibile…non ho nessuna intenzione di lasciarmi scappare il numero 1 dalla macchina.”

    MARTIN WHITMARSH. A confermare l’ottimismo di Button si è aggiunto anche quello di Martin Whitmarsh, boss di McLaren, che ha confermato come la preparazione del team abbia fatto un passo in avanti quest’anno. “Siamo stati impeganti in uno dei programmi prestagionali più intensi di sempre, accumulando un’enorme quantità di dati e imparando davvero molto sulla MP4-25 solamente nel corso dei 4 test ufficiali.” Whitmarsh ha quindi proseguito dicendo come i progressi fatti li abbiano incoraggiati ulteriormente e come i suggerimenti dei due piloti ufficiali siano stati preziosi e determinanti.

    LEWIS HAMILTON. A concludere questo bilancio prestagionale ci ha pensato l’altro pilota ufficiale, Lewis Hamilton, che ha aggiunto come lo sforzo enorme di quest’inverno lo renda sicuro sul fatto che la McLaren sarà la favorita fin dall’inizio della stagione. “C’è stato un carico di lavoro enorme, ma è stato fantastico lavorare con Jenson e gli ingegneri per migliorare la MP4-25. Siamo tutti estremamante contenti dei progressi fatti e della direzione che abbiamo preso,” ha dichiarato l’iridato 2008. “Sono convinto che questa monoposto sia davvero promettente!”