Capirex è tornato!

da , il

    Brno 2006 - Podio

    E’ la sua pista preferita, lo sanno tutti, e già questo poteva renderlo competitivo anche con una moto non al top e delle gomme che ancora non avevano feeling con quella rabbiosa Desmosedici GP. Non è stato così : la moto c’era, eccome se c’era, e le gomme anche, garantendo al pilota italiano una supremazia indiscussa su tutta la gara, emblematica quando le telecamere inquadravano solo il duello Rossi-Pedrosa, visto il distacco incolmabile accumulato giro dopo giro.

    “Questo è stato un weekend incredibile! – ha affermato il Campione – Venerdì, dopo la prima sessione di prove libere volevo prendere l’aereo per Montecarlo perché la moto non andava come volevo, invece poi siamo stati bravissimi e, anche grazie all’aiuto della Bridgestone, abbiamo fatto un gran bel lavoro. Ieri mi sono accorto di avere un buon passo, migliore di quello degli altri, così stamattina ho detto alla mia squadra che speravo in una buona partenza e di poter spingere al massimo nei primi giri, in modo da distaccare un po’ gli altri. Poi, in gara, sono scattato bene e leggevo sulla lavagna che effettivamente il mio distacco cresceva di giro in giro. ?Ringrazio con tutto il cuore il mio team e i nostri sponsor, che credono sempre in noi.?Ovviamente mi dispiace molto per l’incidente che ho avuto a Barcellona, che ha condizionato la gare seguenti, ma tre settimane di vacanza prima di venire qui a Brno sono state un vero balsamo: mi sono riposato, mi sono allenato e sono tornato in splendida forma. Non è il momento però di parlare del Campionato. Cercherò solo di fare del mio meglio nelle prossime cinque gare e poi vedremo quel che succederà. Lunedì e martedì rimarremo qui per effettuare dei test, prima proveremo alcuni pneumatici sulla GP6 e poi uscirò per la prima volta con la 800. Sono talmente agitato che credo che stanotte non dormirò!”

    L’altro protagonista è stato Valentino Rossi che, nella lotta per la seconda posizione, si è saputo imporre su Dani Pedrosa, dimostrando maggiore esperienza e una maggiore tecnica nelle staccate, vero asso nella manica del pilota di Tavullia. Nonostante ciò, Valentinik ha dovuto sudare le fatidiche sette camicie contro il campioncino spagnolo, che ha saputo infilarlo a più riprese e si è confermato vero antagonista del Campione del Mondo in carica.

    “La gara di oggi è andata bene, sono contento di tutto fine settimana – ha commentato Rossi – Ovviamente partendo dalla pole si spera nella vittoria ma oggi Loris aveva un passo diverso dal resto di tutti noi, non riesco a credere al distacco che ci ha dato! Oggi non eravamo perfetti, resta ancora qualche problema ma in ogni caso ho potuto fare una bella gara e lottare fino alla fine. Ho fatto una grande battaglia con Dani Pedrosa, con tanti bei sorpassi e un gran divertimento, specialmente perché alla fine sono riuscito a stargli davanti! Anche se non ho vinto, quello di oggi è un risultato molto importante per il campionato; adesso siamo terzi e abbiamo guadagnato su Pedrosa e su Hayden. Dopo questo fine settimana la situazione per noi con la moto e con le gomme è molto più chiara e adesso abbiamo due giorni di test con molte cose nuove da provare per essere ancora più competitivi per le ultime cinque gare. Questo fine settimana la mia M1 è andata bene fin da venerdì mattina, una cosa molto incoraggiante dopo i problemi avuti in prova in questa stagione. Tutti in Yamaha hanno lavorato molto duramente per tornare a questo livello quindi voglio ringraziare la mia squadra e tutti gli ingegneri. Ci sono cinque gare e cinque piloti che possono ancora lottare per il mondiale, penso che sarà un finale di stagione molto eccitante!”.