Capolavoro Bayliss nella terra dei canguri

Troy Bayliss, nell'ultima giornata dei test della Superbike, sul circuito australiano di Phillip Island, fa davvero scintille: si stanno infatti provando le nuove Pirelli in dotazione e il pilota pluricampione sembra davvero volare

da , il

    troy

    Definitivo trionfo di King Troy Bayliss sul circuito australiano di Phillip Island nell’ultima giornata di test Pirelli australiani.

    Il campione cel mondo in carica ha limato ancora di più il suo precedente record, fermando il cronometro all’incredibile tempo di 1’30”7, di circa due secondi più basso del recor di ieri.

    Una prestazione senza precedenti che incorona Bayliss come il pilota da battere nel campionato mondiale che comincerà fra poco più di un mese sulla sabbiosa pista del Qatar.

    Un fulmine di guerra anche Lorenzo Lanzi su Ducati: il suo superlativo 1’31”2 è stato irraggiungibile per tutti gli altri concorrentiimpegnatiin questa giornata finale di test. James Toseland rimane sempre sotto il muro dell’1’32”, piazzando un buon 1’31”7 con una Honda in ottime condizioni.

    Viaggia benissimo anchela Kawasaki di Laconi e Nieto che fermano il tempo rispettivamentea 1’32”2 e 1’32”3. Nella lista dei buoni, da segnalare anche Roberto Rolfo che ha fornito una dignitosa prestazione che fa presagire bene in vista della prima gara di campionato, il 24 febraio 2007.

    Ne no, ne si per Biaggi: il pilota italiano sta prndendo le misure con la sua nuova Suzuki e può contare solo sulla sua esperienzain MotoGP più che in SBK. I giri compiuti però sono stati molti e presumibilmente Max li ha sfruttati per mettere a posto gli ultimi ritocchi invece che concentrarsi sul tempone.

    Non haconvinto oggi neppurela Yamaha, ma è anche vero che non occorre ancora far edere chi è il più forte in termini di tempo. Per quello ci sarà la gara.

    Perora meglio lavorare di cesello, a costo di perderequalche decimo di secondo.

    Questi i tempi:

    1. Bayliss (Aus-Ducati) 1’30”7;

    2. Lanzi (Ita-Ducati) 1’31”2;

    3. Toseland (GB-Honda) 1’31”7;

    4. Corser (Aus-Yamaha) 1’32”2;

    5. Laconi (Fra-Kawasaki) 1’32”2;

    6. Kagayama (Gia-Suzuki) 1’32”3;

    7. Nieto (Spa-Kawasaki) 1’32”3;

    8. Biaggi (Ita-Suzuki) 1’32”4;

    9. Haga (Gia-Yamaha) 1’32”8;

    10. Rolfo (Ita-Honda) 1’33”2.