Caratteristiche e difetti delle Bridgestone moto usate da Valentino Rossi e colleghi

Caratteristiche e difetti principale delle Bridgestone, la marca di pneumatici che fa da fornitore unico ai bolidi della MotoGP

da , il

    bridgestone ducati

    In questo articolo di approfondimento, quest’oggi, parliamo di pneumatici e più precisamente dell’unico fornitore ufficiale della classe MotoGP: la Bridgestone, che grazie ai suoi continui investimenti in ricerca e sviluppo e alla sua innata capacità di miglioramento è diventata Campione del Mondo nel 2007 e poi partner unico della Top Class. Nonostante questo, negli ultimi appuntamenti del Motomondiale sono sorti dei dubbi in merito alle molte cadute dei piloti e alla capacità di entrare in temperatura da parte delle gomme che condiziona il naturale svolgimento delle gare.

    Le perplessità dei piloti

    bridgestone logo

    Da sempre, le gomme sono una componente determinante per la sicurezza dei piloti della MotoGP, soprattutto da quando la Bridgestone è diventata fornitore unico del Motomondiale. Proprio per questo, i cenatauri del Mondiale hanno ottenuto dalla commissione sicurezza riunitasi prima del Gran Premio della Germania 2011, andato in scena una settimana fa, di avere più possibilità di scelta sulle mescole dei pneumeatici per l’appuntamento di Brno.

    Gomme troppo determinanti?

    bridgestone 1

    Il nove volte campione del mondo, Valentino Rossi ha espresso i propri dubbi sulle gomme, dopo che a Laguna Seca, durante i giri finali siano entrate in temperatura, consentendogli di fare un giro al limite senza però correre eccessivi rischi in sella alla sua scorbutica Ducati. Marco Simoncelli è caduto al Cavatappi per via di un malfunzionamento dei pneumatici, oppure Casey Stoner che al Mugello si è dovuto accontentare del gradino più basso del podio, dopo che le Bridgestone lo hanno abbandonato da metà gara in poi.

    Bridgestone fino al 2014

    bridgestone motogp 2011

    Bridgestone ha rinnovato il contratto che lo lega alla MotoGP, continuando la sua attività di fornitore unico iniziata nel 2009. Con il ritorno ai motori 1000cc dal 2012, ci si augura che la collaborazione con il tester per il Mondiale, Rossi possa creare gomme più performanti e sicure, ma anche in grado di esaltare lo spettacolo del campionato iridato delle due ruote.

    Per approfondire la storia del Motociclismo e altre tematiche del Motomondiale, si possono leggere anche questi articoli:

    MotoGP in tv: come seguire le gare

    Rossi e Simoncelli: storia di amicizia e rivalità

    MV Agusta: la storia iridata in MotoGP