Casey a Sepang: la strada è tutta il discesa

Casey Stoner si trova sul circuito di Sepang, dove tutti i motociclisti stanno testando le loro motociclette

da , il

    stoner ducati gp8

    E’ il 23 gennaio e tutto va bene dal fronte MotoGP.

    Va ancora meglio per qualcuno, ossia l’ex numero #27, convertitosi prontamente al numero #1 in carena dopo gli strabilianti successi della passata stagione.

    Un incipit di pre-campionato dai risvolti neanche troppo inaspettati, dalle new-entry che “convincono ma non troppo, e bisogna dar loro tempo”, ai grandi Campioni in fase di “warm up”, a color che cercano spudoratamente di “fare carriera” da subito, a…agli pneumatici, eterna e insindacabile croce e delizia dei centauri della classe regina.

    C’è chi, però, velato in un’aurea da semidio a due ruote, non si lascia tangere da questi problemucoli di poco conto.

    Colui che sembra salire in sella per divertimento, vincere per noia, sorridere per ingenuità.

    Casey Stoner.

    Seconda giornata di test appena e serenità da vendere, il piccolo australiano considerato in patria l’ erede di Doohan, continua a dirsi soddisfatto.

    Già ieri, Casey aveva detto: “Sono davvero contento perchè per qualche motivo i test su questa pista per me sono sempre stati difficili, mentre oggi è andata piuttosto bene. La spalla non mi fa male e questo è positivo. E’ solo debole ma non mi crea troppi problemi a parte nei cambi di direzione dove non riesco ad essere veloce come vorrei. E’ stata comunque dura ritrovare la giusta confidenza perchè dopo quasi due mesi di stop e le due brutte cadute di Jerez è stato un po’ come dover re-iniziare a guidare. Questa mattina abbiamo perso parecchio tempo ma sono cose che capitano con una moto nuova. Ho piena fiducia in Ducati e infatti nel pomeriggio la moto andava bene. A volte bisogna aver solo un po’ di pazienza e saper aspettare. La GP8 è migliorata nella guidabilità del motore che era uno dei nostri punti deboli e, anche se non ho ancora girato come vorrei, direi che siamo sulla buona strada. A fine giornata abbiamo anche provato delle nuove Bridgestone e ho trovato cose molto incoraggianti. Domani continueremo il lavoro con le nuove gomme sperando che, come oggi, il tempo ci assista per tutta la giornata

    E sembra che il lavoro con le nuove gomme sia andato più che bene in questi test di Sepang, considerando le dichiarazioni post-test di oggi: “Molto meglio di ieri! Fin dal primo giro mi sono sentito molto più a mio agio sulla moto, tanto che abbiamo potuto iniziare subito i test per le Bridgestone anteriori. Abbiamo trovato qualcosa di molto interessante e di sicuro una buona base per la stagione: i tecnici giapponesi stanno facendo un ottimo lavoro. Nel primo pomeriggio abbiamo cominciato un long run e per i primi dieci giri è andato tutto benissimo. Riuscivo a tenere un ottimo passo, sotto al record della gara, fino a quando ho sentito dei saltellamenti anomali al posteriore che mi disturbavano in un paio di punti in frenata. Ho preferito fermarmi a controllare cosa fosse e abbiamo scoperto un piccolo problema alla frizione. Poi sono ripartito con le stesse gomme, ma ho iniziato ad avvertire dei crampi al braccio sinistro ed ho preferito non esagerare e concludere la giornata per non affaticarlo troppo. Se penso che solo una settimana fa avevo ancora male alla spalla sono davvero contento di come sta andando. Non sono al 100% ma riesco a guidare meglio di quanto potessi sperare. Adesso so che posso iniziare il giusto allenamento per essere pronto per l’inizio stagione. Domani continueremo il lavoro con Bridgestone, e proveremo anche delle nuove qualifiche

    Se il crescendo di prestazioni è così esponenziale….

    Non c’è più nulla, ormai, che possa fermare Casey Stoner.

    …e Borgo Panigale, intanto, gioisce.