Casey contro Valentino, deluso e amareggiato?

Casey Stoner si sfoga contro Valentino Rossi

da , il

    stoner rossi

    Eccoli là, come se non lo sapessimo.

    Prima o poi sarebbe scoppiato il flame tra i due campioni più gettonati del momento, Valentino e Casey.

    Prima le mezze parole e le frecciatine indirette, poi le occhiate-che-valgono-più-di-mille-parole, poi qualche sorriso poco convincente prima della stoccata finale, che è appena arrivata.

    Motivo del contendere? La vittoria, come sempre.

    Casey Stoner, super centauro desmodromico autore del “miracolo di Borgo Panigale“, a Londra (dove Valentino è stato residente per lungo tempo) dà fiato alla gola e, a proposito del Campione di Tavullia, dice: “All’inizio del 2007 era fantastico e pieno di elogi. Poi alla fine del campionato non mi parlava più. Non gli piaceva il fatto che fossi capace di vincere“.

    Il pilotino australiano è un fiume in piena e non risparmia nessuno, anzi mette il carico da 90 sulle ultime strategie nipponiche: “Non è stato bello sentire che quello che ottenevo non era merito mio ma della moto – ha aggiunto - o era il traction control, un’altra volta erano le gomme. È stato piuttosto fastidioso. Adesso poi, le case giapponesi stanno introducendo nuove regole. Sono spaventati, nonostante l’enorme forza lavoro che hanno rispetto a un costruttore italiano come Ducati. Stanno usando la politica per ostacolarci, mentre dovrebbero semplicemente lavorare più duramente

    Welcome to MotoGP 2008.

    La guerra psicologica è già inziata.