Casey Stoner e il rispetto (perso) per Valentino Rossi

Casey SToner continua a parlare dell' eveto di Laguna Seca con grande risentimento e confessa di aver perso il rispetto per Valentino Rossi

da , il

    La storia continua.

    E questa volta è proprio Casey Stoner che mette il dito nella (sua) piaga portando all’ infinito una storia che si pensava chiusa dopo le ultime parole di Laguna Seca.

    Invece, a quanto pare…

    Il pilota australiano non è capace di perdere, almeno fuori dalla pista.

    Va bene la stizza del dopo gara, è naturale. Passi anche lo scambio di battute tra Casey e Valentino al parco chiuso nel fine gara di Laguna Seca. Ci sta anche un certo risentimento per aver perso una gara importante dopo un bellissimo duello con uno dei gradi della MotoGP.

    Quello che non va bene, però, è continuare a parlare di qualcosa che fa parte, nel bene o nel male, dello sport, quello con la S maiuscola.

    Quello sport che conosce vincitori e vinti, quello sport che non è buono, ma solo divertente.

    Quello sport che regala ad uno solo l’ alloro della vittoria e a tutti gli altri il sapore della sabbia e della sconfitta, ma che, nonostante tutto e tutti, rimane ancora oggi l’espressione più bella di come un uomo posa tendere alla perfezione.

    Repetita (non) iuvant, ma Casey Stoner evidentemente non lo sa.

    E così, il pilota di Kurri Kurri torna all’ attacco anche fuori pista, nella fattispecie con il settimanale spagnolo Solo Moto, a cui racconta del suo risentimento dopo la gara di Laguna Seca.

    Le dichiarazioni rilasciate al conterraneo giornalista Colin Young (sembra, infatti, che Casey abbia una certa predisposizione naturale ad “aprirsi” con i propri connazionali) non gettano acqua ma alcool sulla vicenda di Laguna Seca.

    So bene che Valentino Rossi è sempre stato un pilota esemplare e ha fatto una carriera incredibile, ma sono deluso per come si è comportato a Laguna Seca: – ha dichiarato il pilota desmodromico - ha usato dei “mezzi” discutibili per stare davanti“.

    E questo l’avevao capito. Sul fatto di utilizzare questa sorta di “mezzucci”, però, ne è pieno il motociclismo e in pista (più o meno) ogni metodo è buono per cercare di agguantare la vittoria, sempre al patto che si corra nel pieno rispetto dell’ avversario.

    Cosa che, secondo Casey, non è successa questa volta.

    Dopo Laguna Seca posso dire di aver perso il rispetto per uno dei più grandi campioni della storia di questo sport. Io ho sempre cercato di superare i miei avversari in modo corretto, a Laguna Seca Rossi ha esagerato in alcune circostanze. Probabilmente sapeva che ero più veloce e l’unico modo per star davanti era compiere diverse manovre discutibili. Penso che tutti sappiano cosa è giusto e cosa è sbagliato: per il 50 % Rossi è stato sì aggressivo, ma dentro il regolamento, nelle altre azioni non posso dire la stessa cosa…“.

    Forse Casey Stoner adesso sta un pò esagerando. Come dice un grande del Motociclismo, Mike Doohan, probabilmente solo Casey e Valentino sanno di chi è la colpa.

    E’ vero quello che dice Stoner: si è visto che Valentino è stato costretto a cercare di tenere Stoner dietro per vincere la gara; se l’ australiano foss riuscito a scappare, la coppa della vittoria adesso si troverebbe a Kurri Kurri.

    Ma è anche vero che le battaglie si combattono in pista.

    In conclusione il Campione del Mondo in carica parla del dopo-gara e di cosa si sono detti successivamente. “Sul podio a Valentino gli ho detto che ha esagerato ed ero deluso dal suo comportamento, sono sempre chiaro e non mi nascondo mai se ho qualcosa da dire. Vedremo nelle prossime gare se sarà aggressivo alla stessa maniera”.

    La sincerità e la franchezza di Casey Stoner nel chiarire da subito le cose con Valentino sono encomiabili.

    Però, adesso Casey, vogliamo vedere una bella battaglia in pista, esattamente come è stata quella di Laguna Seca.

    Non più sui giornali.