Casey Stoner e la Ducati GP8 velocissimi a Phillip Island

Casey Stoner vola a Phillip Island con la sua Ducati velocissima

da , il

    Casey Stoner

    Se il buongiorno si vede dal mattino, per Casey Stoner e la sua Ducati GP8 sarà una splendida stagione. Nel terzo giorno di prove a Phillip Island il campione mondiale frantuma il record della pista con un incredibile 1’28’777, ottenuto con le gomme da qualifica, e stacca tutti gli avversari di parecchio.

    Ma non finisce qui, il pilota australiano ha anche eseguito una simulazione di gara che ha espresso un passo eccezionale, che lo ha reso particolarmente soddisfatto: “la simulazione di gara, con una delle nuove gomme Bridgestone è andata davvero molto bene anche se l’ho interrotta tre giri prima del previsto, oggi infatti la temperatura dell’asfalto era parecchio più alta rispetto alla gara dell’anno scorso e la differenza si sentiva. Ciò nonostante sono riuscito a rimanere sull’1.30 basso e questo dimostra quanto bene stiano lavorando in Giappone. Sono molto contento anche della gomma da qualifica che era dello stesso tipo dell`anno scorso“.

    Riguardo alla nuova versione della GP8, Casey Stoner aggiunge: “è un’ottima cosa che la moto non sia completamente diversa da quella del 2007 perchè questo ci ha consentito di trovare già un’eccellente base con cui iniziare la stagione. La nuova versione del motore ha un’erogazione migliore, soprattutto in basso, e questo mi aiuta ad essere più veloce e in maniera più costante, oltre ad aumentare la durata delle gomme“.

    In questi test australiani era assente Valentino Rossi e la sua Yamaha, ma sicuramente l’eco della prestazione di questa Ducati farà lavorare ancora di più i tecnici di Iwata per dare al pesarese una moto con cui potrà lottare fino all’ultima gara.