Casey Stoner – Operazione scafoide sinistro riuscita

Casey Stoner è stato operato giovedì scorso allo scafoide del polso sinistro: l'operazione sembra essere andata bene anche se i tempi di recupero si sapranno solamente tra qualche giorno

da , il

    Casey Stoner

    Aveva tenuto con il fiato sospeso tutto il mondo della MotoGP e aveva creato due fazioni ben distinte tra il gruppo dei “No” (tra cui il Dottor Costa) e quello dei “Si”.

    Alla fine Casey Stoner ha deciso di farsi operare allo scafoide del polso sinistro e tutto è andato bene.

    Giovedì scorso, il desmodromico pilota Casey Stoner si è fatto operare allo scafoide sinistro per una frattura di cui soffriva dalla scorsa estate e a cui era stato già operato nel 2003.

    La graffetta metallica che, fino a qualche giorno fa, teneva uniti i due frammenti di scafoide non è stata rimossa. E’ stata, invece, aggiunta una piccola vite in speciale lega metallica al fine di avvicinare i due frammenti, oltre ad un innesto di osso con che dovrebbe permettere una calcificazione più celere.

    L’ esito dell’ operazione sebra del tutto positivo. Nei prossimi giorni si dovrebbero conoscere i tempi di recupero, mentre la riabilitazione comincerà già la prossima settimana.

    Il Dottor Costa, invece, aveva suggerito (Sportlive) di evitare l’ intervento e agire solamente con la riabilitazione non invasiva: “Ho visto – aveva detto il responsabile della Clinica Mobile - come lesioni simili alla sua hanno messo fine alla carriera sportiva di piloti come Kevin Schwantz e Doriano Romboni“.

    Speriamo che, per una volta, il Dottor Costa abbia sbagliato.

    Casey Stoner, per adesso, resta nella sua dimora in Svizzera insieme alla sua famiglia e a sua moglie Adriana.