Casey Stoner: “Sono davvero molto deluso”

Casey Stoner scivola ancora (seconda caduta su tre Gran Premi) e questa volta sarà davvero difficile per lui rialzarsi

da , il

    Continua la maledizione di Casey Stoner: cade a Le Mans (così come all’esordio in Qatar) e si ritrova con soli undici punti in tre gare. A Borgo Panigale devono capire cosa sta succedendo, anche se il distacco da Jorge Lorenzo e Valentino Rossi sembra incolmabile.

    Ormai l’australiano della Ducati può mettere una pietra sopra alle sue speranze iridate – il titolo MotoGP sembra essere ormai una questione interna alla Yamaha – ma deve cercare di non crollare psicologicamente, o il Motomondiale 2010 sarà la stagione più nera della sua carriera.

    Casey Stoner scivola ancora (seconda caduta su tre Gran Premi) e questa volta sarà davvero difficile per lui rialzarsi. Una caduta pesante che compromette irrimediabilmente le sue speranze di vincere il mondiale MotoGP.

    Sono davvero molto deluso,” ha dichiarato Stoner, “Ho sentito bene la moto per tutto il weekend, avevo molta fiducia prima della gara, ma poi per qualche ragione non è stato così nei primi giri. Dobbiamo cercare di capire cos’è che non va, perchè per noi non è il massimo terminare solo una delle tre gare fin qui disputate.

    A Le Mans il pilota della Ducati è andato giù al terzo giro nel tentativo di stare dietro a Valentino Rossi, Jorge Lorenzo (Fiat Yamaha) e Daniel Pedrosa (Repsol Honda).

    Cosa sta succedendo all’australiano? Deconcentrato dalle voci di mercato che lo vorrebbero in Honda? Crollo psicologico? Problemi con la Desmosedici?

    Io non ho cambiato il mio stile di guida, ma se è necessario far qualcosa dobbiamo capire quando e come farlo,” ha continuato il Ducatista, “E’ possibile che quando sono dietro a piloti più lenti in gara non riesco a far lavorare bene l’anteriore, ma onestamente non ne sono così sicuro. Dobbiamo adesso analizzare tutto e vedere cosa si può fare per le prossime gare.