Casey Stoner teme Lorenzo e tifa Pedrosa

Casey Stoner, il pilota della Ducati, teme moltissimo il pilota iberico Jorge Lorenzo, che gareggia sulla sua nuovissima Yamaha, e per concludere il pilota australiano ha ammesso di tifare per Daniel Pedrosa

da , il

    jorge lorenzo casey stoner

    Chi disprezza, compra?

    I tempi passano e i proverbi si adeguano alla nuova MotoGP, tanto da diventare “Chi disprezza, teme”

    Questa volta non si parla della diatriba motociclistica che ha monopolizzato gli ultimi 10 anni di MotoGP, quella tra Max Biaggi e Valentino Rossi.

    Oggi parliamo, invece, di due stelle nascenti, giovanissime e… già acerrime nemiche: Casey Stoner e Jorge Lorenzo.

    In verità, lo spagnolo al suo primo anno in MotoGP non gode di particolare simpatia tra i piloti del MotoMondiale, sia per le affermazioni solitamente crude e molto combattive fuori pista, sia per il comportamento non sempre impeccabile durante le gare.

    Al suo primissimo anno nella classe regina, dopo l’upgrade dalla quarto di litro, Lorenzo ha colto l’occasione per riaccendere vecchie contese, riprendere le armi e rilanciare il guanto all’ex compagno di 125cc e 250cc Casey Stoner.

    I due pilotini, infatti, non si sono mai scambiati i pasticcini sin dai tempi del loro debutto: Casey ha più volte inneggiato alla “correttezza in pista”, dote che parrebbe completamente assente nello stile di guida dello spagnolo, affermazioni a cui Jorge ha risposto con qualche parola assimilabile al concetto di “i conti li regoliamo dopo tra di noi”.

    Una parola tira l’altra, i due centaurini non se le sono mandate a dire in questo avvio di nuova stagione MotoMondiale.

    Le corse non sono per bambini” – fa sapere Lorenzo, sprezzante di tutto e tutti.

    Figuriamoci se Casey resta impassibile difronte ad un’onta del genere! Prontissima la risposta dell’australiabno: “Lorenzo ha fatto una grande stagione l’anno passato. Ha dominato il campionato vincendo il titolo della 250, meritando. Vedremo se riuscirà ad essere competitivo anche in MotoGP. Penso che non possa replicare il debutto di Daniel Pedrosa, quando ha fatto secondo alla sua prima gara..“.

    Prime scintille di un pre-campionato che già inizia a far brillare i suoi primi botti.

    Casey, dal canto suo, può contare su una moto ufficiale e un team affiatatissimo, Jorge sull’inesperienza per far chiudere un occhio sulle suo eventuali sportellate in pista.

    Lo stesso pilota ha più volte dichiarato di non tifare Valentino Rossi, anzi di preferire la guida pulita di Max Biaggi.

    Bene, è già qualcosa.

    Se poi, invece di dare sportellate a destra e a manca, imparasse anche a guidare come il nostro centauro romano…forse potrebbe stare un pò meno antipatico!