Catalunya: Rossi abbraccia la sua M1

rossi gioisce per il nuovo telaio supercompetitivo a barcellona

da , il

    In un paese di Santi, navigatori e poeti (e anche di centauri, diciamolo), bisognerebbe proprio che Rossi accendesse una candelina agli ingegneri Yamaha che hanno concepito il nuovo telaio della sua M1.

    La moto gialla sembra infatti tornata competitiva. Ecco cosa dice Valentino dopo le Libere del venerdì sul circuito spagnolo su cui domenica prossima si correrà il GP di Catalogna.

    Rossi: “Sono contento, soprattutto dopo aver scoperto che il nuovo telaio va bene anche qui. Sarebbe stata una beffa il contrario, cioè scoprire che il telaio vecchio andava meglio… vado forte e guido come piace a me. Nella mattina ho fatto un long run e il pomeriggio abbiamo fatto molte prove. Un gran lavoro, magari in certi punti manca un po’ di grip davanti, ma sono cose che si sistemano”.

    “Riguardo alle gomme, dovevamo provare la 16 oggi, ma non abbiamo avuto tempo, forse lo faremo domani”.

    Sui suoi possibili avversari:

    “Su questo circuito Pedrosa, che di solito il venerdì fatica un po’, è andato subito veloce, infilando un long run con il passo di 43.0, lo vedo un bel rivale per la gara. Le Ducati vanno meno bene del solito e Roberts, con il nuovo telaio invece va forte, ma lui con Barcellona ha un bel feeling.

    Capirossi, Hayden e Melandri sono ottavo, nono e decimo, quindi un po’ in difficoltà, ma è solo venerdì, anche se qui Hayden ha sempre fatica”.

    Sul Mondiale:

    “Non si fanno calcoli, si corre gara per gara, però il sorriso è tornato e guido come piace a me”.