Cesare Fiorio, incidente: segnali di miglioramento ma resta ricoverato in gravi condizioni dopo un malore in bicicletta

L'ex direttore sportivo della Ferrari, Cesare Fiorio, era stato ricoverato nei giorni scorsi in ospedale in grave condizioni. Il 78enne ha avuto un malore in bicicletta. Tutto sulle sue condizioni dopo l'incidente.

da , il

    Cesare Fiorio, incidente: segnali di miglioramento ma resta ricoverato in gravi condizioni dopo un malore in bicicletta

    Segnali di miglioramento per Cesare Fiorio. L’ex direttore sportivo della Ferrari, ricoverato d’urgenza nei giorni scorsi presso l’ospedale di Brindisi dopo una brutta caduta in bicicletta, ha finalmente aperto gli occhi e risposto a degli stimoli a cui è stato sottoposto. L’ex Ds del Cavallino Rampante, Giovedi 4 Maggio, era stato trovato a terra privo di sensi da alcuni passanti sulla strada provinciale tra Carovigno e Ostuni. Fiorio era arrivato al pronto soccorso in codice rosso con importanti ferite alla testa e alle braccia. Il 78enne, appassionato di biciclette oltre che di motori, è ancora ricoverato all’ospedale di Brindisi in prognosi riservata nel reparto di anestesia e Rianimazione. Le sue condizioni sono considerate ancora gravi ma stabili. Una brutta disavventura dunque per uno degli uomini più importanti del motorsport italiano.

    Cesare Fiorio: le sue condizioni

    Secondo le prime ricostruzioni, sembra che un malore improvviso abbia colto Cesare Fiorio mentre stava pedalando sulla strada provinciale tra Carovigno e Ostuni. Il 78enne è un grande appassionato di biciclette tanto da percorrere ogni giorni decine di chilometri sulle due ruote. Negli ultimi anni, dopo aver abbandonato la carriera sportiva, si è trasferito in Puglia dove gestisce la masseria Camarda. La carriera sportiva di Fiorio è stata ricca di successi e titoli vinti nel mondiale Rally. Fiorio fu il fondatore del High Fidelity – reparto corse della Lancia – con la quale vinse sette mondiali Rally. Successivamente fece le fortune della Fiat dove vinse altri tre mondiali e cinque titoli piloti. Fiorio fu artefice dei successi della Lancia nel mondiale Endurance. Nel 1989 divenne direttore Sportivo della Ferrari in Formula 1. Nel triennio successivo sfiorò il titolo e colse diverse vittorie e podi. Dopo l’esperienza in Ferrari, passò alla Minardi in Formula 1 dove chiuse la sua lunga carriera nel 2000.