Cina: Massa cambia il motore

da , il

    Ferrari

    La prima brutta tegola di questo terz’ultimo round del campionato tocca alla Ferrari. A quanto pare non c’è solo il motore Renault ad essere in crisi in questo finale di stagione. L’unita montata sulla monoposto di Massa, che già aveva lavorato a Monza, dovrà essere sostituita e il brasiliano partirà con una penalizzazione di dieci posizioni rispetto al risultato delle qualifiche.

    Felipe Massa: “C’e’ poco da dire, oggi non e’ una bella giornata per me. Stamattina non ho girato e poi, durante la mia seconda serie di giri del pomeriggio, ho avuto un problema al motore e sono dovuto rientrare ai box, dove i nostri tecnici hanno constatato che l’unita’ dovra’ essere sostituita. E’ un peccato, perché la macchina e’ sembrata essere subito ben bilanciata ed ero riuscito a girare su buoni tempi.”

    Jean Todt: “Un brutto inizio per questo weekend di Shanghai: purtroppo, si e’ verificato un problema sul propulsore e dovra’ essere sostituito. Tutto sommato, riteniamo di poter essere competitivi, anche grazie al supporto che ci danno, come sempre, i nostri partner, primi fra tutti la Bridgestone e la Shell.”

    Ross Brawn: “La giornata e’ stata rovinata dal problema sul motore di Felipe, che gli fara’ perdere dieci posizioni sulla griglia di partenza: ora dobbiamo analizzare i dati e il propulsore per capire cosa sia accaduto. E’ una vera disdetta, considerato che il livello delle nostre prestazioni e’ piuttosto buono. Le macchine sembrano essere ben bilanciate e la situazione complessiva appare abbastanza positiva per noi.”

    Come emerge dalle parole del team, la Ferrari può consolarsi con la consapevolezza di essere già a suo agio nel circuito di Shangai. Resta il fatto che questo problema al motore di Massa non farà dormire sonni tranquilli neanche a Schumacher… che tutto vorrà fuorché fare la fine di Alonso a Monza…