CIR 2016, Rally Adriatico: Scandola vince, ma non raggiunge Andreucci

CIR 2016, Rally Adriatico: Scandola vince, ma non raggiunge Andreucci
da in Campionato italiano Rally
Ultimo aggiornamento:
    CIR 2016, Rally Adriatico: Scandola vince, ma non raggiunge Andreucci

    Al termine del 23simo Rally Adriatico si conferma il pilota Scandola il più veloce, guadagnandosi la prima posizione. Andreucci paga ancora una volta lo scotto di partire primo. Rally Adriatico, quarta tappa del Campionato Italiano Rally 2016, è stato vinco da Scandola a bordo della Skoda Fabia R5, ma direttamente alle sue spalle si sono piazzati Campedelli e Colombini. Fuori dal podio Basso ed il campione motorizzato Peugeot Andreucci, che mantiene comunque il primato assoluto e solitario nella classifica generale del Campionato. Il pilota toscano è partito nuovamente primo ed ha pagato lo stesso scotto del primo giorno, durante il quale ha dovuto fare i conti con le traiettorie sporche. Per lui il risultato è comunque ampiamente meritato nonostante le difficoltà, anche perchè storicamente questa non è una tappa alla quale lui e la sua Peugeot 208 T16 R5 sono particolarmente affini.

    CLASSIFICA 23.RALLY ADRIATICO – FINALE:
    1. Scandola – D’Amore (Skoda Fabia R5) in 1:21’05.2;
    2. Campedelli-Fappani (Ford Fiesta R5 gpl) a 16 ;
    3. Colombini-Zanella (Skoda Fabia R5) a 36.7 ;
    4. Basso-­‐Granai (Ford Fiesta R5)a 56.8 ;
    5. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16 R5) a 1’03.0;
    6.Della Casa-Pozzi ( Ford Fiesta S2000) a 2’44.4;
    7. Tempestini-­‐Bernacchini (Ford Fiesta R5) a 3’00.6;
    8. Ceccoli-Capolongo (Skoda Fabia S2000)a 3’54.3; ;
    9. Marchioro-Marchetti (Peugeot 207 S2000) a 4’23.6;
    10.Dalmazzini-Ciucci (Peugeot 207 S2000)a 4’35.3.

    Andreucci Rally Adriatico

    Dopo il primo giorno di gara si comincia a delineare quella che è classifica del 23simo Rally Adriatico, cominciato con la partenza di Andreucci in prima posizione.

    Sceso dalla prima posizione dalla quale è partito fino alla terza al traguardo di fine giornata Andreucci, che ha dovuto pagare lo scotto della strada sporca. Con la sua navigatrice Andreussi il duo, a bordo della Peugeot 208 T16 R5, ha cercato di imporsi senza successo, ma si aspetta la seconda giornata per valutare al meglio i tempi finali. Prima posizione della giornata per Scandola, che si è portato così in testa durante il primo rally dell’anno corso sulla terra.

    Interessanti i piazzamenti nella categoria rally Junior, poichè nelle rime due posizioni della giornata ci sono arrivati entrambi piloti motorizzati con Peugeot 208 R2, precisamente Testa e Bernardi.

    Paolo Andreucci rally Adriatico 2016

    Dopo aver trionfato nelle prime tre gare del Campionato Italiano Rally 2016 il pilota Andreucci punta al quarto trofeo consecutivo: il Rally Adriatico.

    Pronto per il primo appuntamento dell’anno su terra.

    Il Rally Adriatico 2016 è il primo appuntamento dell’anno che porta i piloti del Campionato Italiano Rally a combattere su strade sterrate. Il percorso prevede un totale di 566.49 km, dei quali 121.29 saranno dedicati alle prove speciali in programma: 6 durante sabato 28 Maggio ed altre 6 durante domenica 29 Maggio.

    Il pilota di punta di Peugeot, Paolo Andreucci, dopo aver trionfato quasi senza problemi nelle prime tre gare di questa stagione, punta alla quarta vittoria consecutiva, che comincerebbe a mettere una serie distanza tra lui ed i suoi inseguitori. Vedremo se la sua Peugeot 208 T16 R5 e la navigatrice Anna Andreussi saranno dello stesso avviso.

    609

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Campionato italiano Rally
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI