Classifica dei più ricchi del Regno Unito: tra Ecclestone, Dennis e Williams spunta Briatore

Mentre in Italia continua il dibattito sulla pubblicazione dei redditi da parte del sito delll'agenzia delle entrate, in Inghilterra esce senza alcuno scandalo la classifica dei più ricchi del Regno Unito dove fa la sua new entry anche l'italiano Flavio Briatore

da , il

    Classifica dei più ricchi del Regno Unito: tra Ecclestone, Dennis e Williams spunta pure Briatore

    Mentre in Italia non si placa la polemica sulla pubblicazione online dei redditi degli italiani ad opera del sito dell’agenzia delle entrate, in Gran Bretagna viene pubblicata da parte del Times, senza alcuno scandalo, la classifica dei più ricchi del reame. Tra questi, ironia della sorte, fa bella mostra di sé anche l’italico Flavio Briatore.

    I nomi sono molti, mediante alcuni filtri particolari, però, si riesce a ridurre il campo della ricerca a quelli che più possono interessare.

    Nessuno si stupisce nel constatare che Bernie Ecclestone conservi saldamente il ruolo di paperone. Il manager dei diritti d’immagine della Formula 1, in comunione di beni con la moglie Slavica, è al 24° posto assoluto con una cifra corrispondente a quasi 3,5 miliardi di Euro.

    Nettamente più staccati tutti gli altri. Escludendo nomi meno noti ai più come Paddy McNally (870 mln di Euro), Lawrence Tomlinson (550 mln), Martin Birrane (205 mln), il proprietario del circuito di Donington Tom Wheatcroft (180mln) e l’ex compagno di Senna alla Lotus nel 1986, l’aristocratico Johnny Dumfries (180 mln), si deve scorrere fino alla 644esima posizione assoluta per trovare il primo dei team manager. Trattasi di una new entry: è l’italiano d’esportazione Flavio Briatore che con i suoi 170 mln di Euro pare comunque un nano al cospetto di tutti quei giganti. Tanto per rendere l’idea, il primo classificato, Lakshmi Mittal, arriva a 40 miliardi di Euro mentre il secondo, Roman Abramovich, sfiora i 17.

    Chi pensava che la Formula 1 fosse uno sport ricco, resterà della sua idea. Ma dovrà ammettere che i soldoni con la superESSEmaiuscola stanno altrove. Come spiegarsi, altrimenti, che alla pari di Flavio Briatore, più imprenditore che uomo di pista, ci sia l’ex ferrarista Eddie Irvine?

    Per quanto sia stato ben pagato a Maranello, l’irlandese ha fatto la sua fortuna con investimenti azzeccati prima, durante e dopo la sua carriera agonistica. Analogamente a Briatore, il suo patrimonio è stimato in 170 mln di Euro.

    Scorrendo ancora la classifica, a breve distanza troviamo l’ex proprietario della Minardi Paul Stoddart (165 mln), Ron Dennis (160 mln), Frank Williams (110 mln), l’ex pilota Jody Scheckter (105 mln), il proprietario della Prodrive Dave Richards (100 mln), il leone d’inghilterra Nigel Mansell (70 mln), gli scozzesi David Coulthard (65 mln) e Jackie Stewart (60 mln) e l’irlandese Eddie Jordan (58 mln).

    Una classifica a parte meritano i giovani dove si registra l’ingresso di Lewis Hamilton (21 mln) e dove sguazzano amabilmente i soliti Jenson Button (50 mln), James Toseland (10 mln) e l’italiano d’esportazione Valentino Rossi con la non indifferente cifra di 107 milioni di Euro.