Corso di Guida Sicura Varano de Melegari: impariamo a guidare a bordo delle Alfa Romeo

Al prezzo di 650 euro più IVA il Centro Internazionale Guida Sicura offre un corso di un giorno per garantire ad ogni automobilista la possibilità di controllare l'auto nelle situazioni di pericolo

da , il

    Da sempre la capacità dell’automobilista di gestire qualsiasi situazioni gli si pari avanti è considerato il sistema di sicurezza più efficace, anche più dei vari controlli elettronici sviluppati ed evolutisi negli anni. Proprio per allenare mente e corpo a gestire questo genere di difficoltà ed a far prendere coscienza di quali siano effettivamente i pericoli, sono nati i corsi di Guida Sicura che si svolgono al Centro Internazionale Guida Sicura. Noi di Derapate.it siamo stati ospiti a Varano de Melegari per una bellissima giornata a bordo di Alfa Romeo MiTo, Giulietta e della spumeggiante 4C. Le abbiamo provate su circuito e su altri esercizi ad hoc. Leggete le pagine successive per saperne di più.

    L’obiettivo

    Senza ombra di dubbio l’obiettivo è quello di dare coscienza a tutti i corsisti in merito ai pericoli della strada che non sono ben visibili a tutti. Si dice che l’esperienza è quella cosa che conosci solo dopo averla provata in prima persona, ma prevenire eventi spiacevoli grazie a piloti ed istruttori che condividono la propria esperienza è come giocare un asso nella manica. Gli automatismi biologici che portano il guidatore a reagire inconsciamente in un determinato modo, poi, vengono con il tempo, ma in ogni caso devono essere date le basi e bisogna essere indirizzati verso la giusta direzione.

    Il corso

    Il corso di Guida Sicura al Centro Internazionale Guida Sicura ha la durata di un giorno ed il programma comprende vari esercizi e confronti con gli istruttori in merito alle dinamiche di guida. Nello specifico si articola nei passaggi:

    - Insegnamento della posizione corretta di guida. Importantissimo questo passaggio perchè permette di avere gli spazi di manovra necessari in caso di pericolo.

    - Miniskid Car. Questo esercizio permette di imparare a controllare un eventuale sovrasterzo a bassa velocità e con un’auto a trazione anteriore, poichè solleva meccanicamente l’asse posteriore (viene ancorato ad un carrello che annulla la forza degli pneumatici).

    - Frenata d’emergenza con ostacolo. Sulle strade spesso capita di imbattersi in ostacoli che sbucano all’improvviso, dal bambino che corre dietro al pallone fino all’animale che sbuca dal bordo della strada. Durante questo esercizio, poi, la superficie stradale sarà bagnata artificialmente per meglio comprendere la dinamica dell’auto.

    - Guida in pista con istruttore. La guida in pista permette di dare un fondamento delle traiettorie da seguire per staccare il tempo migliore.

    - GT Track. Questo esercizio permette di prendere coscienza del funzionamento di tutti i sistemi elettronici di sicurezza, fatti entrare in azione grazie ad un tracciato con superfici bagnate ed a bassa aderenza.

    - Guida in pista con istruttore e telemetria. Come ultimo esercizio è prevista la guida in pista con telemetria a bordo, per registrare i dati di guida e commentarli in secondo momento per capire cosa correggere ed in che moto.

    Alla fine del corso, al quale si partecipa previo pagamento della quota di 650 euro + IVA, la scuola rilascerà l’attestato di partecipazione.

    La nostra esperienza

    Siamo arrivati a Varano la mattina presto per un briefing iniziale in compagnia di Gordon De Adamich e di tutta la sua squadra di istruttori. Dopo le foto di rito abbiamo iniziato le prove della mattinata: prima la Frenata di emergenza, poi il Miniskid Car. Chi vi scrive è stato pessimo in entrambe le prove, però a bordo delle bellissime Alfa Romeo Giulietta e MiTo si ha imparato tanto, soprattutto sul funzionamento di ABS e di sovrasterzo e sottosterzo.

    Dopo un lauto pranzo il pomeriggio stiamo stati praticamente tutto il tempo a girare sul circuito e, finalmente, abbiamo provato la 4C. Che bolide ragazzi, che rombo a quasi 200 all’ora in rettilineo. Qui le cose sono andate certamente per il meglio, anche se non abbiamo portato a casa nessuna coppa per aver primeggiato in qualche esercizio.

    Al termine degli esercizi, saluti finali e consegna dei diplomi con foto conclusive. Giornata stellare, emozionante e molto istruttiva. Nota di merito per l’organizzazione del corso, sicuramente uno dei più attivi e con meno tempi morti mai fatti. Complimenti.