Dakar 2017, tappa 11: a Rio Cuarto fallisce l’assalto di Loeb [FOTO]

Dakar 2017, tappa 11: a Rio Cuarto fallisce l’assalto di Loeb [FOTO]

Il recupero non riesce al francese, Peterhansel a un passo dal successo numero 13

da in Dakar 2017
Ultimo aggiornamento:

    Ultimi chilometri alla Dakar 2017 e ultime opportunità di mettere in discussione una classifica generale che sembra oramai delineata. Restava da definire la partita tra le auto. Peterhansel ha prodotto una prestazione esaltante a San Juan, vincendo la tappa con ampio margine su Loeb e passando al comando. Penultima tappa, da San Juan a Rio Cuarto, ovvero, 754 chilometri, due settori cronometrati per 288 km.

    Prima di raccontare com’è andata, partiamo dal contesto. Peterhansel davanti, su strada e in classifica, forte di un vantaggio di 5’50″. Frazione veloce, in stile WRC, solo in avvio le ultime dune da superare. Quale sarà il leit motiv della giornata è chiaro sin da subito, Loeb all’attacco, alla ricerca di un margine forse impossibile da trovare. Finisce così che al termine del primo settore la Peugeot 3008 DKR di Peterhansel sia dietro di 2’56″, praticamente dimezzato il vantaggio che aveva alla partenza da San Juan. Terzo c’è un Orlando Terranova che porta la MINI nelle posizioni interessanti, lontanissimo dal podio ovviamente, ma con il ritardo di 4 ore e 44 minuti accusato da Hirvonen ieri, resta la miglior chance di finire tra i primi cinque per il team X-Raid.

    Dietro Terranova chiude Despres, a 7’40″ da Loeb, poi De Villiers a 7’50″. Così si è affrontato il lungo tratto di collegamento verso il secondo settore contro il tempo: 173 km per decidere a chi andrà la Dakar 2017. Prima di scoprire l’esito, uno sguardo allo sviluppo della frazione tra le moto. Tanti ritirati, Sunderland parte con un ampio margine di vantaggio e può gestire.

    Gonçalves è il più veloce al CP1, distacco minimo sul più immediato inseguitore, Van Beveren a 30″. Renet terzo a 3 minuti, Barreda quarto a 3’20″ e Sunderland quinto a 3’22″.

    Le cose cambiano nel finale. Sunderland è costretto a fermarsi per alcuni minuti dopo il waypoint 5, senza patemi. Barreda è in recupero e contende la posizione di Van Beveren. Parentesi sul clima della Dakar. De Soultrait, dopo aver perso tantissimo tempo ieri, oggi ha sofferto problemi tecnici alla sua Yamaha, arrivando al via del secondo tratto cronometrato in gran ritardo. Pur di proseguire e sperare di avviare la moto e chiudere domani la sua Dakar, ha spinto la Yamaha in avvio di prova.
    Mentre il francese iniziava gli ultimi 173 km, Gonçalves metteva a segno il miglior tempo, mantenendo su Barreda un margine di 1’09″. Prima vittoria alla Dakar 2017, terzo Van Beveren a 2’38″, poi Farres Guell a 6’04″ e Sunderland a 7’25″.

    Accantonata la tappa tra le moto, il finale tra le auto non ha sorriso come avrebbe sperato a Sebastien Loeb. Il vantaggio su Stephane Peterhansel si è ridotto a 1 minuto dopo il waypoint 4 ed è continuato a calare fino ai 18″ che gli garantiscono sì la vittoria della speciale ma non il recupero decisivo nella classifica generale. Peterhansel si appresta a diventare Monsieur Dakar per la 13ma volta. Terzo chiude Terranova, poi De Villiers e Al Rajhi a Rio Cuarto.

    Auto

    1. Peterhansel-Cottret (Peugeot)

    2. Loeb-Elena (Peugeot) +5’32″

    3. Despres-Castera (Peugeot) +32’54″

    4. Roma-Haro (Toyota) +1h15’41″

    5. De Villiers-Von Zitzewitz (Toyota) +1h49’37″

    Moto

    1. Sunderland (KTM)

    2. Walkner (KTM) +33’09″

    3. Farres Guell (KTM) +37’22″

    4. Van Beveren (Yamaha) +38’10″

    5. Barreda (Honda) +44’32″

    Quad

    1. Karyakin (Yamaha)

    2. Casale (Yamaha)+1h’16’24″

    3. Copetti (Yamaha) +4h21’06″

    4. Sonik (Yamaha) +5h33’01″

    5. Dutrie (Honda) +5h45’04″

    Camion

    1. Nikolaev-Rybakov-Yakovlev (Kamaz)

    2. Sotkinkov-Akhmadeev-Leonov (Kamaz) +17’09″

    3. De Rooy-Rodewald-Torrallardona (Iveco) +38’58″

    4. Villagra-Torlaschi-Yacopini (Iveco) +58’39″

    5. Mardeev-Belyaev-Svistunov (Kamaz) +2h26’17″

    632

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Dakar 2017
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI